di Novellus Apicio
Oggi per la rubrica Arte Culinaria vi proponiamo la ricetta del Pesce Spada alla ligure, ricetta particolarmente diffusa nell’area delle Cinque Terre.

Quando ho visitato le Cinque Terre non ho potuto fare a meno di innamorarmi dei paesi, del panorama, del mare e della cucina tipica.
Una cucina tipica “povera” (per alcune ricette forse un tempo) che si basa principalmente sulla pesca e sulle verdure coltivate nell’entroterra.
Anticamente le ricette delle Cinque Terre erano la minestra di cavoli e patate, la polenta con il pesto alla genovese, le acciughe, i polipi e lo stoccafisso.

Proposte che con il passare degli anni e lo svilupparsi del turismo e della pesca sono andate ad arricchirsi con altri prodotti come il Pesce Spada, specie ittica pescabile nelle acque del Mar Ligure.
La ricetta che vi propongo oggi è quella del Pesce Spada alla ligure, piatto da gustare in un bel ristorante con vista panoramica (mantenendo le giuste distanze) però altrettanto facile da preparare anche in casa.

Pesce spada alla ligure
Ingredienti per 6 persone
2 kg di pesce spada tagliato in 6 fette
1 dl e mezzo di olio extra vergine di oliva
1 bicchiere di vino bianco
2 spicchi d’aglio
20 g di pinoli
10 g di capperi
2 pizzichi d’origano
2 cucchiai di prezzemolo fresco tritato
30 olive nere liguri (in salamoia)
sale e pepe q.b.

Preparazione
Nel forno tostate i pinoli; a parte, dissalate con cura i capperi sotto un getto di acqua corrente oppure in ammollo in acqua fredda per 20 minuti.
Dopo aver tolto la pelle alle fette di pesce spada, mettetele in una padella ampia, dove avete già soffritto nell’olio il trito di aglio, per rosolare entrambe i lati. Bagnate ogni tanto con il vino bianco e, asciugatosi in parte, disseminate i pinoli, poi i capperi, il trito di prezzemolo e le olive nere, quindi regolate di sale e pepe.
Portate a termine la cottura, dopo circa 5 minuti, e servite le fette calde, ricoperte dal sugo.