di Roberta Pelizer
Oggi diamo nuovamente spazio alle eccellenze dalla provincia di Alessandria. Roberta Pelizer, titolare del brand RP, ha incontrato la giovane e talentuosa hair stylist Alina Maria Barani, titolare dell’attività Alina style di Castellazzo Bormida.

Proseguendo il nostro viaggio attraverso le varie attività dell’alessandrino e dintorni questa volta ho avuto l’onore il piacere di intervistare Alina la titolare dell’attività Alina style di Castellazzo Bormida in via XX settembre 46. 
Lei si chiama Alina Maria Barani ed è originaria della Romania ed esattamente di Ieud Maramures, un piccolo paesino nel quale è cresciuta con i genitori e i nonni sino all’età di otto anni, dopo di che lei e la sua famiglia si sono trasferiti qui in Italia.
Lei ha ventotto anni ed è mamma di un bimbo di tre anni del quale, mi ha confidato, è innamorata pazza e non stento  a crederci perché questa donna emana dolcezza non appena le inizi a parlare.
Ma chi è Alina? Com’è nata la passione per questo lavoro? 

Una volta terminate le scuole medie Alina ha trovato subito lavoro da una parrucchiera storica di Castellazzo ma dopo qualche anno ha voluto fare il salto di qualità ed ha iniziato a frequentare  la scuola “ Vi.Ro” di Alessandria nella quale ha appreso le tecniche di base per  diventare una hair stylist professionista, una volta terminati i tre anni alla scuola è tornata sempre a Castellazzo in un salone “più moderno” dapprima come stagista e poi è passata a lavorante a tutti gli effetti per sette anni.
La svolta vera e propria nella vita lavorativa di questa grandissima professionista avviene nell’autunno del 2018 quando Alina decide di staccarsi definitivamente dal negozio nel quale lavorava e dopo aver ricevuto svariate richieste dai parrucchieri di Alessandria ed avendo fatto una serie di valutazioni su se stessa e la sua carriera ha deciso sui due piedi di aprirsi un negozio tutto suo e, con un po’ di paura, ha  fatto tutti i passi in punta di piedi per arrivare a realizzare il suo sogno.

La cosa bella di tutta questa storia che “sembra un po’ una favola” è che tutti i tasselli di questa magnifica storia sono andati uno ad uno poco alla volta ad incastrarsi in maniera perfetta, iniziando dalla ricerca del locale dove poter aprire il negozio sino ad arrivate allo “staff perfetto”,  Alina durante l’intervista mi ha raccontato che quando ha visto per la prima volta la location dove è nato il suo salone era un vero disastro ma non appena ha varcato la soglia della porta ha subito visto come sarebbe diventato il suo sogno e in due mesi con l’aiuto della sua famiglia ha fatto i lavori ed ha creato così quello che oggi è il suo regno lavorativo, l’otto settembre 2018 ha inaugurato “Alina style” con ben due dipendenti e una stagista che però non erano in sintonia con la sua idea di lavoro e quindi la collaborazione è terminata.

Nel febbraio 2019 è arrivata Lili Llojku e loro due ad oggi formano lo staff perfetto per questo salone nel quale regna la professionalità, la passione, la preparazione e la dedizione per realizzare i tagli, i colori, le acconciature e tutto ciò che riguarda “il mondo del capello” (io stessa non vedo l’ora di fare la cliente perché ho visto svariati loro lavori) ma, soprattutto, nel quale ci si sente a proprio agio e non solo ci si fa belle ma è un “ posto dove c’è cuore” ed io mi sono sentita molto onorata di aver conosciuto questa donna magnifica sotto tutti punti di vista, lei stessa durante la chiacchierata mi ha detto “io ho imparato tanto dalle persone per le quali ho lavorato perché hanno creato il mio bagaglio di esperienza anche quando mi hanno trattata male”  e queste parole, sono sincera, mi hanno toccato davvero nel profondo.

La professionalità di questa grande imprenditrice la contraddistingue anche per le linee che usa all’interno del salone perché sono completamente naturali e di altissimo livello qualitativo e sono nello specifico “Cotril” e “Protoplasmina” ma non è solo hair stylist, anche make up artist con la linea esclusiva Paola P…. quindi “Trucco e parrucco” come si suol dire.
In conclusione posso dire che non serve andare chissà dove ma a due passi da Alessandria si trova questa piccola attività con all’interno due donne con un cuore immenso ma soprattutto due grandissime professioniste.