Riceviamo e pubblichiamo
Amata dai vip  “Cucina Evolution Ristorante a Casa Tua”: un piano culinario per dimagrire mangiando dolci, lasagne e altri prodotti gourmet.

Cucina Evolution Ristorante a Casa Tua” è amata dai vip e lo testimoniano Carmen Russo, Eva Grimaldi e Maria Concetta Mattei che hanno provato il piano culinario per perdere 1-2 chili in 5 giorni mangiando dolci, lasagne e tanti piatti gourmet. Con un menù anti-covid ricco di prebiotici.

«Ho apprezzato in particolare le verdure cotte sotto vuoto, il pane gluten free e la goduria, la crema di cioccolato a basso contenuto di zuccheri e grassi per la colazione – racconta Carmen RussoDopo 5 giorni della “dieta” Cucina Evolution mi vedo decisamente più asciutta e sgonfia, ho provato anche un grande senso di sazietà. Questa è un’ottima soluzione per non perdere quei chiletti di più senza patire la fame o rinunciare al buon gusto dei cibi».
«Due chili persi in 5 giorni e senza sacrifici – racconta Maria Concetta Matteila trovo un’alimentazione sana e ricca di sapori dove i punti di forza sono la varietà degli ingredienti, la digeribilità dei piatti e non da ultimo il gusto».

«Io e la mia compagna, Imma Battaglia, abbiamo apprezzato questa “dieta” che ci ha permesso di mangiare pasta tutti i giorni – esordisce Eva GrimaldiIn particolar modo i primi erano bene al dente, una rarità in un delivery pronto per essere semplicemente rigenerato. Tutti i piatti sono golosi e il bello è di perdere peso senza sentirsi a dieta».
Cucina Evolution Ristorante a Casa Tua” è il primo Food Delivery certificato per la sicurezza nutrizionale secondo le linee guida OMS e validato da Certiquality, organismo terzo di certificazione. L’unicità del delivery, che vede la preparazione nelle cucine del ristorante Libra- Cucina Evolution in Via Alfredo Testoni al 10, nel cuore di Bologna, che ha appena ottenuto anche la certificazione glutenfree, è della doppia sicurezza: quella nutrizionale e quella garantita dall’asetticità del packaging.

Chiara Manzi, nutrizionista, docente all’Università di Milano Bicocca e di Ferrara e fondatrice di Cucina Evolution, ha messo in luce uno studio recente che correla la salute del microbiota con la polmonite da Covid-19.
Secondo lo “2019 Novel coronavirus infection and gastrointestinal tract”, realizzato dallo Shangai Institute of Digestive Disease a dicembre 2019, pubblicato a febbraio 2020 sul Journal of Digestive Disease* studia la correlazione tra tessuto polmonare e la salute del microbiota (ovvero quello intestinale), mentre all’aggravarsi dei sintomi da Covid-19 si riscontra anche una sempre più importante disbiosi interstinale: quindi la salute dell’intestino è importante per evitare le manifestazioni più  gravi della polmonite. Come avere un intestino sano?
Sono i prebiotici e probiotici ma ciò che maggiormente favorisce lo sviluppo del microbiota è l’equilibrio nutrizionale: troppi e grassi, zucchero e sale (il consumo di sale in Italia è circa il doppio rispetto alle linee guida dell’OMS) uccidono la flora intestinale positiva, che invece si sviluppa supportata da corretta alimentazione, ovvero ricca di fibre solubili, antiossidanti e polifenoli.

«Allora il cibo prebiotico, amico dell’intestino, ci richiede di dimenticare dolci, fritti, pizza e altre golosità? Diventa quindi un’ alimentazione insostenibile? – si chiede la dottoressa Chiara Manzi – Grazie alle ricerche scientifiche che ho realizzato all’Accademia Europea di Nutrizione Culinaria abbiamo scoperto come sostituire lo zucchero con dolcificanti antiossidanti, i grassi con l’Inulina Excellence, una fibra prebiotica e abbiamo sostituito il sale con tecniche di cottura sottovuoto, realizzando un ricettario di piatti pronti per il delivery».

Trasformare i piatti più golosi della tradizione italiana in elisir di lunga vita e perfettamente bilanciati anche per una forzata quarantena come quella del #iorestoacasa, mangiando tiramisù, fritti, carbonara e pizza e rimanere in forma.
La Dott.ssa Chiara Manzi è il massimo esperto in Europa in Culinary Nutrition, la branca della nutrizione applicata alla cucina e alla pasticceria e i piatti pronti che possono essere acquistate direttamente attraverso lo shop online https://shop.cucinaevolution.it/it/58-ristorante-a-casa-tua rispondono a 5 requisiti.

1. La sicurezza: si lavora nel rispetto delle norme, con guanti e mascherina, igienizzando tutte le superfici prima di lavorare e attraverso un innovativo metodo di refrigerazione, confezionando i prodotti in modo asettico sottovuoto. La novità sta nel fatto che i piatti vengono cotti sottovuoto in speciali buste riciclabili che non cedono polimeri nel riscaldamento e non hanno contatti con alcun agente esterno. Poi vengono refrigerati sottovuoto e consegnati in giornata o comunque entro le 24 ore  in un pacco coibentato che mantiene la temperatura, in tutta Italia. 
2. Il gusto: i piatti rispettano tutti i dettami dei corretti apporti nutrizionali e sono studiati per ricalcare i classici della tradizione senza rinunce, studiati nei laboratori di Cucina Evolution Academy, Accademia Europea di Nutrizione Culinaria dalla dott.ssa Chiara Manzi insieme a grandi chef e pasticceri.
3. La salute: vengono selezionate ricette con cibi ricchi di vitamine e antiossidanti e poveri di calorie, certificate per la sicurezza nutrizionale. I vantaggi nutrizionali  sono sintetizzati nell’etichetta apposta sul packaging di ogni piatto pronto con le istruzioni per rigenerare i piatti in pochi minuti a casa. 
4. Il conteggio calorico: tutti i primi piatti hanno meno calorie e più fibre di 100 g di riso in bianco, tutti i secondi piatti hanno meno calorie di 100 g di mozzarella, tutti i dolci hanno meno zucchero di una mela. 
5. Risparmio: i piatti del delivery costano meno di quelli in carta al ristorante: a carico del ristorante il costo del packaging, dell’etichettatura e, per ordini superiori ai 100€, della spedizione. Una soluzione pensata per chi vuole godere della comodità di mangiare piatti golosi e sani già preparati; equilibrati a livello nutrizionale; per chi ha paura di uscire per fare la spesa o non trova il tempo; per chi ha voglia di cibi pronti ma si fida delle condizioni igieniche dei ristoranti; per chi vuole mangiare cose buone e non ingrassare stando fermo in casa (compresa la pizza); per chi vuole evadere e sentirsi al ristorante. 
*Lo studio “2019 Novel coronavirus infection and gastrointestinal tract”, realizzato dallo Shangai Institute of Digestive Disease a dicembre 2019, pubblicato a febbraio 2020 sul Journal of Digestive Disease, trova una relazione, una sorta di “dialogo” tra intestino e tessuto polmonare. Infatti, al contrario di quanto era successo con altri coronavirus come Sars e Mers, alcuni contagiati hanno avuto inizialmente sintomi gastrointestinali. Di qui lo studio ipotizza che per prevenire veramente la comparsa dei sintomi o curare più efficacemente la polmonite da Covid 19 sia fondamentale creare uno stato di eubiosi intestinale.