a cura della Redazione
Le tisane non sono solo per la stagione autunno-invernali. Esistono anche le tisane estive ottime anche come bibite dissetanti e rinfrescanti. Un modo di reintegrare liquidi e sali minerali in modo naturale.

Solitamente abbiniamo l’idea di assumere tisane nelle brumose sere autunnali o nelle gelide nottate invernali, però esistono anche tisane che si possono preparare nella arancetarda primavera e in estate quando il caldo inizia a farsi sentire.
Partiamo dal presupposto che una tisana in estate può essere dissentante e al tempo stesso può donare un senso di freschezza, sono naturali, aiutano a reintegrare i liquidi e i sali minerali persi duranti la giornata attraverso la sudorazione, danno sollievo ed energia.
Si tratta, sicuramente, di una valida alternativa alle bevande gassate e dolcificate che causano problemi al nostro organismo.
Chiaramente, rispetto a quelle invernali, le tisane estive sono da assumere fresche, non troppo gelate, nel corso dell’intera giornata.
Ce ne sono di tanti tipi con l’utilizzo di svarianti ingredienti. Noi ve ne consigliamo tre composta di ingredienti facilmente reperibili.
TISANA DI SALVIA E ARANCIA
Per la sua preparazione servono ½ cucchiaio di foglie di salvia, 2 scorzette di arancia, 2 salviatazze di latte.
Si mette il latte a bollire. Nel frattempo si sminuzzano le foglie di salvia per poi unirle al latte con le scorzette di arancia.
Si lascia bollire il tutto per circa tre minuti, quindi si filtra.
Può essere dolcificato con miele o zucchero di canna.
Si può assumere sia tiepida sia fredda.
TISANA ALLA PESCA E LAVANDA
Servono per la preparazione 2 pesche (meglio se biologiche), 1 cucchiaio di fiori di lavanda, 1 litro di acqua.
Iniziamo con il lavare bene le pesche quindi le si tagli a spicchi; quindi adagiare gli piante di lavandaspicchi in un pentolino in cui abbiamo messo l’acqua.
Si fa bollire per circa un quarto d’ora, quindi mettendo la lavando in un colino da te andando ad aggiungerla all’infuso mentre è in fase di bollitura.
Si lascia, quindi, riposare per un decina di minuti e si filtra.
La dolcificazione, sempre con miele o zucchero di canna (in alternativa va bene anche lo sciroppo d’agave) va fatta prima che la tisana si freddi.
Prima di consumarla va riposta in frigo per almeno un’ora.
TISANA FRAGOLE, MENTA PIPERITA E LIMONE
Necessita per la preparazione di 2 tazze da tè di fragole, 3 foglie di menta piperita fresca, menta5 cucchiai di zucchero grezzo, la scorza di mezzo limone, ½ litro di acqua.
Si inizia con il far bollire l’acqua aggiungendo le foglioline di menta; quindi si copre e si lascia in infusione per circa 5 minuti.
Quindi levare la menta e aggiungere tre cucchiai di zucchero grezzo e la scorza di limone che deve essere tagliata molto fine.
A questo punto si rimette tutto sulla fiamma lasciando bollire ancora per qualche minuto limone femminelloper poi lasciare raffreddare.
Nel frattempo si lavano velocemente le fragole in poco vino bianco senza togliere il picciulo, quindi riporle nella ciotola e spargere sopra due cucchiai di zucchero grezzo.
Si lascia riposare il tutto.
Quando la tisana si presenta fredda al punto giusto si sistemano le fragole sul fondo di una coppa versandoci sopra la tisana.