rubrica a cura di Fabrizio Capra
“Acqua” è il nuovo singolo della cantautrice lucchese Adelasia, uscito per la casa discografica Sbaglio Dischi. Atmosfere malinconiche e influenze elettroniche di respiro internazionale.

ACQUA è il nuovo singolo di ADELASIA, cantautrice lucchese ma adottata dalla scena unnamedromana, fuori il 22 maggio per Sbaglio Dischi e in distribuzione The Orchard.
Il brano segue il precedente singolo Controcorrente, e ci avvicina all’album di debutto “2021” previsto per l’autunno.
Adelasia si muove agilmente tra le sfumature di un indie-pop delicato e impreziosito da un’interpretazione mai forzata, atmosfere malinconiche e influenze elettroniche di respiro internazionale. Acqua è il nuovo capitolo che descrive la migliore estate che potremmo desiderare, ma che ormai è già irraggiungibile.
«“Una lentezza esausta da goccia d’acqua che cade di tanto in tanto” è così che A.Pizarnik unnamed (1)parla  della malinconia nel suo libro “La contessa sanguinaria”.  Leggendo questo estratto un giorno di fine estate mi è venuta voglia di scrivere. Ero appena tornata da un viaggio bellissimo ed ero invasa dalla malinconia e la voglia di rivivere sensazioni estive. Così ho scritto Acqua che è un racconto fotografico, la descrizione dei momenti di tranquillità in cui ti perdi nei pensieri e nei ricordi. Volevo restituire in musica quel misto tra felicità e tristezza che ti avvolge pensando a bei momenti passati: sei triste che siano passati, ma sei felice di averli vissuti e sei consapevole che ne verranno altri altrettanto belli. Acqua è un ossimoro, un’allegra tristezza.»

CREDITI 
Testo e musica di Adelasia Lazzari
Prodotto da: Pietro Paroletti
Registrato da: Pietro Paroletti
Mixato da: Pietro Paroletti
Masterizzato presso La Maestà Mastering Studio da: Giovanni Versari
Artwork: Marco Casini
Foto: Niccolò Barca
Etichetta: Sbaglio Dischi
Distribuzione: The Orchard
Adelasia è il suo vero nome ed è una cantautrice. Classe 1995, nata a Lucca ma romana d’adozione. Figlia di artisti, nella musica ha incanalato la sua vena creativa. Dopo il trasferimento a Roma si dedica allo studio della chitarra ed inizia a scrivere le prime canzoni per ciò che fa fatica a comunicare: la fine di un sentimento, l’annuncio di un addio, la descrizione di un malessere. Sempre più incuriosita dalla scrittura decide di iniziare a studiare la voce e inizia a prendere lezioni di canto. Nel 2019 dall’incontro con Sbaglio Dischi nasce il suo progetto solista che porta alla pubblicazione di tre singoli “Umido”, “Aliena” e "Controcorrente".