di Fabrizio Capra
Oggi per la rubrica dedicata alla Foto della Settimana uno scatto del fotografo Giulio Cobianchi e lo spunto su cui riflettere ce lo fornisce proprio lui nella descrizione dello scatto.
foto giulio cobianchi
foto Giulio Cobianchi

Alle prese, come al solito, con la ricerca della foto da pubblicare questa settimana mi sono imbattuto in una serie di scatti di Giulio Cobianchi, uno più bello e suggestivo dell’altro e questo intitolato “Volcanic night adventure”, Canary islands, Tenerife mi ha ammaliato più di altri.
Forse ad ammaliarmi ancora di più è stata la descrizione che Giulio Cobianchi ha pubblicato a corredo di questa foto, una descrizione che dice già tutto e che, per una volta, mi vedrà solo nei panni di un semplice spettatore che fa correre il proprio pensiero leggendo ciò che ha scritto e, soprattutto, ciò che ha immortalato.
Il parco del Teide è un posto che ti porta indietro nel tempo. Durante il giorno lava e sole dominano in questa area. Ma la vera magia l’ho vissuta di notte, è un’esperienza forte, che ti fa pensare all’era della pietra. Immaginavo di accendere un fuoco dentro ad una grotta, sedermi sopra ad un sasso e ammirare la Galassia che illuminava il cielo nero…”.
E poi ha aggiunto: “A sinistra di questa panoramica, scattata lo scorso luglio, potete vedere il famoso vulcano Teide”.
Allora non mi resta di fare come, sicuramente, ha fatto l’uomo della pietra: uscire dalla mia grotta e osservare quel panorama incontaminato e pensare che un tempo il mondo era tutto così… poi la razza umana si è evoluta.
Grazie Giulio Cobianchi per la bella emozione che mi hai trasmesso e, spero, ci hai trasmesso con questo scatto.

foto giulio cobianchi
foto Giulio Cobianchi