di Jacopo Scafaro
Per la rubrica “Appunti Musicali” il nostro redattore Jacopo Scafaro ci racconto dell’intervista che ha realizzato con i The Minis.

I The Minis sono tre ragazzi di età, oggi compresa tra i 15 e i 17 anni.
Ho avuto il piacere d’intervistare Julian e Zack Loggia – sono fratelli – rispettivamente WhatsApp Image 2020-04-01 at 17.49.39 (1)basso e voce, chitarra e cori, in diretta su Instagram su RadioVertigo1 (mancava solo Mattia Fratucelli – alla batteria – perché abita in una città diversa) e devo dire che ne sono rimasto piacevolmente colpito.
Quarantasei anni in tre, i The Minis sono cresciuti a pane e rock n’roll avendo come mentore (e per due di loro, padre) Alex Loggia, primo e storico ex chitarrista degli Statuto, ora più che mai concentrato sul cammino dei suoi prediletti.
Oltre ad essere molto spigliati, simpatici ed energici sono davvero bravi e talentuosi. A WhatsApp Image 2020-04-01 at 17.49.41loro piace suonare e suonare; anche quando il sottoscritto gli ha chiesto senza preavviso di cantarci due loro brani.
E il risultato è stato fantastico.
Come prima canzone, suonata solo con chitarra e voce, ci hanno fatto ascoltare il loro singolo uscito il 13 marzo 2020, estratto dal loro ultimo album “Senza paura”, già disponibile sulle piattaforme digitali e in tutti i digital stores.
In “
Senza Paura” raccontano l‘adolescenza, fatta di momenti emotivamente altalenanti, tra picchi di felicità e timori, e sono quasi sempre le ragazze a mostrarsi “senza paura”, WhatsApp Image 2020-04-01 at 17.49.39più audaci e intraprendenti dei loro coetanei maschi.
Spiegano i componenti della band a proposito del singolo: «“Senza Paura” è il pezzo che dà il titolo all’album (pubblicato dalla storica etichetta Cramps Records) e per noi è una sorta di dichiarazione. Nel comporla ci siamo ispirati ad uno dei nostri gruppi preferiti, i The Jam di Paul Weller, mentre il testo, scritto insieme a Fabio Geda, racconta delle nostre gioie e paure».
Il videoclip di “Senza Paura”, diretto da Beppe Gallo, ha per protagonisti proprio i giovani membri della band, coinvolti in una sequenza di immagini che alterna un momento prettamente musicale – i ragazzi che suonano il brano all’interno di una stanza WhatsApp Image 2020-04-01 at 17.49.38– ad uno più dinamico in cui i The Minis ridono e cantano durante un viaggio in macchina.
La musica è sempre stata protagonista nella loro vita.
I genitori hanno sempre fatto i musicisti e questo gli ha permesso di ascoltare tanti generi di musica diversi, i loro gruppi preferiti sono sempre stati band come: i The Jam, i Who, i Beatles o i Led Zeppelin.
Questa è la musica che ascoltavano e questa è la musica che suonano!
Come secondo canzone ci hanno fatto sentire “Greta”, di questo pezzo loro raccontano: «Abbiamo tratto ispirazione da una storia reale, da episodi che abbiamo vissuto da vicino WhatsApp Image 2020-04-01 at 17.49.37involontariamente. Parla di una nostra amica che era solita farsi del male; abbiamo provato a starle vicino e a dirle che se avesse avuto problemi avrebbe potuto parlarne con noi. Abbiamo deciso di farci una canzone nella speranza di aiutare altri ragazzi. Greta ci piace vederla come un inno che invita a risolvere questi problemi».
Abbiamo chiuso la diretta con la promessa di risentirci appena finito questo periodo di quarantena, in modo da far conoscere tramite RadioVertigo One questo gruppo di giovanissimi cantanti.
Giovani si, ma tosti e con tanta voglia di spaccare.
Potete seguirli sui loro canali social:
Facebookhttps://www.facebook.com/theminisband/
Instagramhttps://www.instagram.com/theminisofficial/?hl=en