a cura della Redazione
Tutti apprezziamo le margheritine, teneri e allegri fiorellini che ci annunciano la primavera, come fiori ma sono poco conosciuti i suoi grandi benefici e l’utilizzo in tisane.

Si tratta del fiore simbolo della primavera: la margheritina.
Si raccoglie per fare mazzetti da tenere in casa perché fa tenerezza e allegria nella sua margheritinesemplicità.
Però la margheritina non è solo un bel fiorellino: la medicina popolare le attribuisce importanti effetti benefici per fegato e reni, soprattutto fiori e foglie sono utili non solo per questi due organi ma, anche, per le infiammazioni della bocca e degli occhi, per regolarizzare l’intestino e stimolare la diuresi, per combattere la pressione alta e le malattie da raffreddamento, per rilassare il sistema nervoso senza dimenticare gli effetti purgativi.
Le foglie più tenere, da raccogliere prima della comparsa dei fiori, possono essere aggiunte crude all’insalata o cotte nelle zuppe di verdura.
Anche i fiori possono essere aggiunte in insalate e zuppe.
Fiori e foglie, unite ad altre erbe disintossicanti, ne potenziano le proprietà.
Consigliamo una tisana a base di margheritine, una tisana facilissima da preparare che istockphoto-104638634-612x612aiuta a rivitalizzare, soprattutto bambini e anziani, quando si è stanchi, svogliati e inappetenti.
In una tazza mettere un cucchiaino di foglie e fiori essiccati e aggiungere acqua bollente. Lasciare in infusione per dieci minuti, filtrate spremendo bene le erbe. Per rendere l’infuso più gradevole si può aggiungere succo d’arancia o miele.
Da consumare due o tre volte al giorno, la prima volta meglio a digiuno.
Saranno sufficienti pochi giorni di consumo continuativo per vedere gli effetti positivi.