San Siro è un’emozione… parola di Jacopo!

di Jacopo Scafaro
Oggi "L'angolo del tifoso" raddoppia... solo dopo che l'articolo è andato on line ci siamo accorti che la seconda parte dello stesso non era pubblicata. Segno del destino? Allora abbiamo deciso di raddoppiare. Dopo il racconto di Roberta Pelizer vi proponiamo quello di Jacopo Scafaro.

Chi parla di demolizione in nome del progresso calcistico gode di tutta la comprensione possibile.
Chi asserisce che, per tornare ai vertici del calcio internazionale, le due squadre della ridottoMadonnina abbiano necessità di uno stadio di proprietà, ha completamente ragione.
Chi trova che il calcio si stia trasformando in un prodotto che deve avere sempre maggior vendibilità, ha letto con criterio e competenza l’evoluzione che questo sport ha già intrapreso e inarrestabilmente proseguirà.
Forse, però, coloro che senza batter ciglio vorrebbero far sparire San Siro in nome di tutte le succitate, (sacrosante) ragioni, hanno dimenticato qualche piccolo particolare.
Forse, non conoscono gli occhi dei ragazzi che mettono piede per la prima volta in quella struttura.
Quell’accozzaglia di metallo che, come per incanto, non appare più come tale: cambia la dimensione, il sogno diventa realtà, l’emozione ti fa strappare un sorriso prima della foga dell’incontro, l’atmosfera sembra diversa da tutti gli altri posti del mondo.
Ti senti al centro.
Forse, i cultori delle pay-tv non ricordano che questo stadio porta il nome di un’icona del calcio mondiale, di un atleta che nessun mezzo tecnologico potrà riportarne le gesta, ma che solo i resoconti di chi all’epoca lo ha visto o ne ha solo sentito parlare IMG_8073-02-02-20-09-09possono farci immaginare quanto leggendario sia stato.
Forse, che è stata la casa del Milan di Nereo Rocco, che ha reso Milano una delle capitali del calcio internazionale, non è stato ritenuto importante.
Forse, la memoria ha fatto brutti scherzi e non si ricordano che è stato il teatro delle galoppate di Maldini; della fierezza di Baresi; delle giocate da stropicciarsi gli occhi di Sheva e di Inzaghi; degli attaccanti da urlo alla Weah; dell’estro troppo grande per concentrarsi solo su una parte del Naviglio ieri come oggi di Ibrahimovic.
Sì, perché San Siro, per tutti gli amanti del calcio e non solo, è amore.
Se ci sono cose nella vita che appartengono all’irrazionale queste sono certamente i sentimenti.
E tra questi quello probabilmente più irrazionale, quello ci riporta ad essere bambini tra gli adulti e che annienta, in un attimo, tutte le differenze tra le classi sociali cui si appartiene, è il tifo per la propria squadra di calcio. Credo che ognuno di noi possa aver abbia cambiato idea politica, moglie, fede religiosa, ma squadra di calcio no. A parte Emilio Fede, ma lì è un’altra storia.
Io sono milanista.
Tornare oggi a vedere il Milan allo stadio dopo qualche mese d’assenza è stata una boccata d’ossigeno.
È vero sul campo la squadra da qualche anno singhiozza, alterna grandi partite a prove incolore – come successo ieri – ma questo non può da parte mia non farmi smettere di IMG_8070-02-02-20-09-09amore quei colori, che ho tatuato sulla pelle.
Siamo Ibra dipendenti – oggi ne abbiamo avuto la prova – ed è un peccato perché in questa terza giornata di ritorno si poteva dare un’accelerata alla pazza rincorsa per un posto Champions.
Però che spettacolo mentre ero seduto al primo anello rosso, vedere uno stadio così; sempre pieno di persone, famiglie, amici e perché no anche gli avversari, tutti li. Penso che poche squadre possano avere un seguito così, anche in questi anni di sofferenza il popolo rossonero non ha mai mollato i ragazzi ed i colori rossoneri.
Ma è normale, perché il Milan, per tutto quello che ho detto, è qualcosa che non attiene alla razionalità ma alla sfera più innocente e vera dei sentimenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: