di Jacopo Scafaro
Il nostro redattore Jacopo Scaforo ci scrive di una promessa  alessandrina della canzone, Daniele Manfrinati.

WhatsApp Image 2019-12-22 at 15.39.55La Musica è la melodia che ci accompagna con le sue note dentro ogni singolo passo della nostra vita.
Come un pianoforte, i tasti neri stanno a indicare i momenti bui e difficili mentre quelli bianchi, i momenti più luminosi e felici.
L’equilibrio fra la loro composizione crea la sinfonia del nostro cammino; il suono che produce è la mano che ci sostiene e accompagna l’eco dei nostri ricordi e momenti vissuti.
L’unione fra la musica e le parole dei testi di ogni canzone crea la descrizione e l’intensità di tutte le sfide, i sentimenti e le emozioni provate.
Daniele Manfrinati ha 29 anni –  ed ho avuto il piacere d’intervistarlo nei giorni scorsi – è un cantautore di Alessandria, astro nascente nel panorama italiano; parlare con lui ti fa davvero capire quanto suonare e cantare possa essere vita ed emozione.
WhatsApp Image 2019-12-22 at 15.39.55 (1)Non a caso ha partecipato al C.E.T. (Centro Europeo di Toscolano) la scuola del grande Mogol, dove studiano e si formano gli artisti, ricevendo anche alla fine del week end formativo la certificazione di ARTISTA (ovvero persona molto valida e talentuosa – certo deve ancora lavorare per fare il salto qualitativo definitivo –  da poter stare sulla ‘scena’).
La sua passione per la musica nasce un anno e mezzo fa, quando finalmente ha trovato il coraggio di credere in sé stesso – non ascoltando più chi gli sconsigliava di buttarsi nel mondo artistico – e fare quello per cui è nato: ovvero scrivere, comporre e cantare canzoni.
Quando faccio musica mi sento vivo, perché è l’unica cosa che mi permette di entrare in un mondo che mi appartiene e mi fa stare bene” racconta Daniele e questo grande amore e passione estrema, lo si potrà sentire nel suo primo singolo d’esordio – non sarà l’unico, avendo già pronti quasi altri 20 pezzi – che dal mese di gennaio 2020 uscirà su tutte le piattaforme.
WhatsApp Image 2019-12-22 at 15.39.56 (1)Non fatemi smettere di sognare’ cosi s’intitola la canzone – che Daniele ha scritto, composto ed ovviamente cantato – vuole essere un inno per non smettere mai di credere ai propri sogni, a non mollare davanti alle difficoltà che la vita prima o poi ti pone davanti, a scommettere sempre su stessi; perché chi non smette di sognare è un vincitore già in partenza, in quanto non si è mai arreso. Ecco, perché spesso, sembra che un brano o melodia sia stata scritta e parli proprio di noi e della nostra esistenza.
Chitarra e voce, questa è la caratteristica della musica pop di Daniele Manfrinati; se poi pensate che fino ad un anno fa questo ragazzo non suonava neanche la chitarra, si vede quanta preparazione e amore ci sia dietro questo lavoro.
Se l’artista è bravo è merito anche delle persone che lo seguono e lo sostengono giornalmente: Alessandro Balladore (maestro di chitarra presso il ‘Laboratorio della Musica’ di Alessandria), Gabriel Delta (maestro di chitarra) e Andrea Negruzzo (maestro di piano anche lui presso il ‘Laboratorio della Musica’ di Alessandria) che lo aiuta anche con l’arrangiamento dei brani, la maestra di canto Silvia Benzi ed il vocal coach Claudio Fabro.
WhatsApp Image 2019-12-22 at 15.39.54La particolarità che mi ha colpito in Daniele, è la voglia di non usare scorciatoie per arrivare al punto che si è prefissato, ovvero produrre e fare ottimi brani. Piuttosto partendo dal basso (incominciando a farsi conoscere nella città in cui vive) con il duro lavoro, dedicando tutto sé stesso al raggiungimento di questo obbiettivo, ma non cambiando la persona che è, ossia scrivere testi che sente davvero, giacché sono scritti con il cuore.
La musica, come l’amore, può farti sentire alle stelle, farti commuovere e piangere – come è capitato a Daniele – mentre la componi.
Per chi ama la musica, la sa vivere e sentirla non potrà che apprezzare Daniele Manfrinati; con lui essa potrà essere la colonna sonora del cambiamento per molte persone in quanto è in grado di sprigionare energia positiva ed unire, anche perché l’arte dei suoni è una di quelle guide che ci accompagnano sulla strada in ogni momento e si rinnova, nascendo e morendo e rinascendo, proprio come la vita, in eterno.
La musica nasce e vive in noi.
Con noi.