Riceviamo e pubblichiamo
Danshari nasce da un’idea di Giuseppe La Boria e ispirato all’arte del minimalismo giapponese. L’eyewear brand presenterà la sua prima collezione in occasione di Mido 2020 (Milano – 29 febbraio – 1 e 2 marzo 2020).

Giuseppe La Boria 2The fine art of minimalism”: è racchiusa in questo claim l’essenza più autentica di Danshari, l’eyewear brand Made in Japan che presenterà ufficialmente la sua prima collezione in occasione di Mido 2020.
Minimalismo, eleganza ed altissima qualità sono le caratteristiche distintive del marchio ideato da Giuseppe La Boria, manager con una lunga esperienza nel settore dell’occhialeria avendo ricoperto per molti anni posizioni di rilievo in ambito sales e marketing per Safilo, Luxottica e Alain Mikli. Il nome Danshari deriva dal pensiero zen ed evoca un profondo significato filosofico.
Danshari logotype with slogan whiteI tre ideogrammi che compongono la parola, infatti,indicano il rifiuto dell’ostentazione, l’abbandono dell’eccesso e la liberazione da tutto ciò che non è indispensabile. Ed è proprio qui che va rintracciata la brand philosophy di Danshari: nel ritorno all’unico vero desiderio dell’uomo, quello del bello e dell’essenziale, per tralasciare i finti bisogni materiali che la società del consumo ci porta ad inseguire vanamente, allontanandoci dalla felicità.
Grazie ad un’esperienza trentennale e ad una profonda conoscenza tecnica, Danshari propone  raffinati occhiali in acetato e puro titanio giapponese, in grado di riconciliare il consumatore con l’esigenza naturale di semplicità, piacere estetico e durata nel tempo. L’elevata qualità costruttiva di Danshari trasforma infatti un design rigoroso, minimalista e senza tempo in un vero e proprio capolavoro di tecnologia e sofisticazione. Gli occhiali Danshari sono concepiti per durare e per soddisfare i veri bisogni del consumatore attraverso la cura di ogni dettaglio.
Giuseppe La Boria 1Il logo Danshari esprime in maniera essenziale e creativa la filosofia del brand. Il carattere scelto per identificare il marchio si ispira alle antiche incisioni per trasmettere minimalismo e potenza nella sua assoluta eleganza. Contemporaneamente il red dot, posizionato nel logo all’interno della parte superiore della R, rende omaggio alla bandiera nazionale giapponese.
Danshari nasce come collezione vista e si rivolge a ottici indipendenti di alto profilo. Commenta Giuseppe La Boria, founder e CEO dell’azienda: “Siamo davvero entusiasti di questo progetto, che punta ad offrire un prodotto eyewear realmente diversoproprio grazie all’unicità del messaggio che racchiude in sé. Nella società dell’omologazione di massa sono sempre più numerosi i consumatori che ricercano accessori belli, funzionali e di qualità, piuttosto che di tendenza, ed è su questo rinnovato desiderio di essenzialità che Danshari fa leva”.