di Fabrizio Capra
Lunedì 25 novembre l’associazione Cultura e Sviluppo di Alessandria ospita il professor Alessandro Barbero che racconterà del suo libro “Barbari”.

Alessandro BarberoQuando a raccontare la storia è il professor Alessandro Barbero, eccellente docente universitario (professore di Storia Medievale all’Università del Piemonte Orientale), scrittore, collaboratore di varie testate giornalistiche e volto noto della RAI, si rimane incantati e coinvolti.
Il professor Barbero ha una dote unica nel saper attirare l’attenzione di chi ascolta i suoi interventi al punto che se non ti piace la storia o un periodo della storia improvvisamente te ne innamori.
Alessandria avrà modo di apprezzarlo lunedì prossimo, 25 novembre 2019, alle ore 18, quando “calerà” in quel di Cultura e Sviluppo (piazza De Andrè 76) per raccontarci i suoi “Barbari”.
«Un mondo che si considera prospero e civile, segnato da disuguaglianze e squilibri al suo interno, ma forte di un’amministrazione stabile e di un’economia integrata; all’esterno, popoli costretti a sopravvivere con risorse insufficienti, minacciati dalla fame e dalla guerra, e che sempre più spesso chiedono di entrare; una frontiera militarizzata per filtrare profughi e immigrati».
Inizia così il libro del professor Alessandro Barbero, Barbari – immigrati, profughi, deportati nell’Impero romano (Editori Laterza), e non si può non accorgersi di una straordinaria analogia con l’epoca attuale, caratterizzata da flussi migratori che hanno motivazioni identiche: fame, guerra, povertà.
barbariCome si è sviluppata nei secoli la politica dell’Impero nei confronti dei popoli che vivevano ai suoi confini ? Ha saputo assorbirli come forza lavoro, con delle regole ma anche delle garanzie e delle promesse? Come mai alla fine del quarto secolo dopo Cristo quei movimenti migratori sono diventati destabilizzanti? Quale fu l’importanza della battaglia di Adrianopoli del 378, tra Goti e Romani ? Conoscere questi avvenimenti di quasi 18 secoli fa, può aiutarci a comprendere il presente? Cosa possiamo imparare dalla storia?
Tante domande a cui sicuramente il professor Alessandro Barbero darà una risposta proprio nell’incontro di lunedì 25 novembre 2019. Introdurrà la conferenza e modererà il dibattito Maria Grazia Caldirola.

Il prossimo appuntamento a Cultura e Sviluppo è previsto per giovedì 28 novembre, ore 19-22.30 (con pausa buffet): L’infanzia e i diritti: la Convenzione ONU compie 30 anni, con l’intervento, tra gli altri, di Marta Cartabia, Renato Balduzzi, Anna Rosa Favretto, Joerg Luther, Chiara Tripodina.