Riceviamo e pubblichiamo
A novembre il Radicchio di Treviso IGP e Variegato di Castelfranco IGP al centro della campagna europea di comunicazione che promuove la frutta e la verdura DOP e IGP. Appuntamento per il 18 novembre a Castelfranco Veneto, per l’edizione 2019 del Radicchio d’Oro, il tradizionale evento che ogni anno celebra il Radicchio Rosso di Treviso IGP e Variegato di Castelfranco IGP.

radicchio-rosso-di-treviso-igp-precoceProsegue a pieno ritmo la campagna europea di comunicazione e promozione dei prodotti a marchio DOP e IGP che ha l’obiettivo di informare e ribadire l’importanza dei marchi europei, sinonimo di qualità ed eccellenza. Il programma triennale è accompagnato dal messaggio “L’Europa firma i prodotti dei suoi territori” e sviluppa le sue attività di comunicazione e promozione in base alla stagionalità dei prodotti.
Nel mese di novembre la campagna di comunicazione e promozione vede come protagonisti il  Radicchio di Treviso IGP e il Radicchio di Castelfranco IGP che, contraddistinti dal marchio IGP sin dal 1996, sono tutelati dallo stesso Consorzio, che si occupa di salvaguardare la tipicità dei prodotti, promuoverne e diffonderne il consumo, la conoscenza e la commercializzazione.
precoce-fotoFra gli appuntamenti in programma, lunedì 18 novembre si terrà l’evento “Radicchio d’Oro”  organizzato dal Consorzio Ristoranti del Radicchio: una vera celebrazione del “fiore che si mangia” e di tutto il territorio trevigiano che, oltre alla tradizionale consegna del Premio “Radicchio d’Oro” nelle categorie Gusto, Spettacolo, Sport e Cultura presso il Teatro Accademico Castelfranco, prevedrà un’esclusiva cena di gala con un menù interamente a base di radicchio presso l’Hotel Fior di Castelfranco.
In Italia si sono svolte attività di promozione organizzate nel quadro della campagna europea per informare e sensibilizzare i consumatori sulle qualità e le caratteristiche del Radicchio di Treviso IGP e del Radicchio di Castelfranco IGP. Fino al 30 novembre sono state inoltre organizzate delle attività dedicate al prodotto presso i punti vendita Unes.
Il Radicchio Rosso di Treviso IGP è l’ortaggio simbolo del territorio trevigiano che si distingue nelle varietà Tardiva e Precoce.
radicchio_2Mentre la prima è riconoscibile per le foglie lunghe e affusolate di colore rosso vinoso intenso e per una costa bianca centrale, la varietà Precoce si distingue per il cespo voluminoso dal colore rosso intenso con la nervatura principale bianca e molto accentuata.  Il Radicchio Rosso di Treviso IGP è in generale gradevolmente amarognolo e dalla consistenza croccante. In cucina, è perfetto nelle preparazioni a crudo ed eccezionale nelle sue declinazioni; dagli antipasti, ai primi piatti, ai secondi, ed infine come contorno o base di prelibati dessert. Accanto al Radicchio di Treviso IGP, il Radicchio Variegato di Castelfranco IGP si caratterizza invece per foglie espanse con nervature poco accentuate, bordo frastagliato e lembo leggermente ondulato, si contraddistingue per il sapore dal dolce al gradevolmente amarognolo, molto fresco e delicato.
radicchio-fotoTutte le attività del Radicchio di Treviso IGP e Radicchio di Castelfranco IGP sono accompagnate dal messaggio “Nel cuore del territorio, nel cuore di Treviso e Castelfranco”, a ribadire il legame indissolubile tra le qualità di questi ortaggi e il loro territorio di origine. Come indicato nel Disciplinare di Produzione, il Radicchio di Treviso IGP e il Radicchio di Castelfranco IGP possono essere infatti coltivati solo in alcuni comuni delle province di Treviso, Padova e Venezia per garantire la provenienza, le caratteristiche peculiari e tutta la qualità del prodotto.
La campagna è finanziata dall’Unione Europea e per la parte italiana dai Consorzi della Pera dell’Emilia-Romagna (capo fila del progetto), dell’Asparago Verde d’Altedo IGP, della Ciliegia di Vignola IGP, della Pesca e la Nettarina di Romagna IGP, dell’Insalata di Lusia IGP, del Radicchio Rosso di Treviso IGP e Variegato di Castelfranco IGP e del Radicchio di Chioggia IGP.
image010