Riceviamo e pubblichiamo
Verona, al Due Torri Hotel, martedì 26 novembre cena benefica a favore della Fondazione AIRC per la Ricerca sul Cancro curata da quattro chef stellati. Tra gli ospiti Federica Pellegrini, Alessandro Benetton e il sindaco di Verona.

Se il prossimo Natale è già nel cuore dei veronesi, quattro chef stellati porteranno Natale nel piatto. E a pesare di più sarà allora la Ricerca scientifica: l’intero ricavato della cena charity “Natale nel Piatto, Natale nel cuore” sarà infatti devoluto ai progetti dei ricercatori AIRC per rendere sempre più curabili i tumori infantili.
unnamedLa continuità della ricerca scientifica e, in particolare,una sfida concreta come lo è assicurare nuove cure per i tumori che colpiscono ancora oggi i bambini e gli adolescenti, è la causa comune che martedì 26 novembre vedrà riuniti sotto auno stesso tetto -il meraviglioso Due Torri Hotel di Verona- ricercatori, volontari e donatori che in questi giorni stanno rispondendoall’appello della Fondazione AIRC Veneto Trentino Alto Adigee al generoso invito di 4 chef da stelle: Giancarlo Perbellini di Casa Perbellini, Matteo Rizzo de Il Desco, Mauro Buffo dei XXII Apostoli e lo chef del Due Torri Hotel, Sergio Speca, che insieme si sono messi a servizio di questa grande causa.
Se oggi sopravvivono alla diagnosi di tumore l’82% dei bambini malati, è anche vero che – dice il presidente AIRC Veneto, Antonio Maria Cartolari –per molti tumori pediatrici, specialmente quelli più rari, mancano terapie specifiche, formulate sulla base di studi dedicati. Nostro dovere è quindicontribuire con la sensibilizzazione e la raccolta fondi perché la ricerca abbia garantita quella continuità checrea progressi nello studio di nuove cure. Ecco perché abbiamo pensato di coinvolgere i veronesi in questo appuntamento con la salute e con il futuro dei più giovani, che è il nostro futuro!”.
Ciascuno dei super cuochi contribuirà al ricco menu preparandoai fornelli, e poi presentando in sala, un proprio piatto delle Feste, ma anche svelando segreti e rispondendo alle domande dell’attore Riccardo Rossi, animatore della serata, e critico gastronomico per la tv, sull’arte della cucina nel suo intrecciarsi con le feste e con le tradizioni più care per la nostra comunità.
Cfederica-pellegriniosì comeverranno coinvolti a raccontare i propri peccati di gola legati alla cucina veneta e le rispettive tradizioni famigliari,tre ospiti speciali:l’olimpionica Federica Pellegrini, il presidente della Fondazione Cortina Mondiali di Sci 2021, Alessandro Benetton, e il sindaco della città FedericoSboarina.
La cena è promossa da AIRC Veneto Trentino Alto Adige in partenariato con il Gruppo Duetorrihotels.
È un grande onore per noi sostenere AIRC – dichiara Franco Vanetti, General Manager del Gruppo Duetorrihotels – Siamo ben lieti di ospitare una serata come questa, unica nel suo genere, contribuendo a dare supporto a una battaglia fondamentale come quella contro il cancro, condotta con gli strumenti della ricerca scientifica. Siamo in un periodo dell’anno speciale: con l’approssimarsi delle Festività natalizie il pensiero va ai propri cari, cresce il bisogno di prendersi cura dei legami fondamentali, coltivare la dimensione umana e sociale dell’esistenza. Per questo motivo sposiamo ancor più volentieri un’iniziativa che mette al centro questi valori”.
Fondazione AIRC, e ancora una volta questa specifica iniziativa, ha il sostegno del Banco BPM e la collaborazione di Coldiretti, le cantine Serego Alighieri e Cà del Bosco, Flover.
L’evento, che mira a raccogliere l’equivalente di una borsa di studio per un ricercatore impegnato sulle cure dei tumori pediatrici, conta su un’offerta di 200 euro a persona, con la garanzia che l’intero ricavato andrà alla ricerca. Tutte le professionalità, e le risorse necessarie a garantire una serata speciale ai partecipanti, sono infatti offerte gratuitamente.
Prenotazioni entro il 16 novembre a com.veneto@airc.it – tel. 045.8250234 – versamento intestato a Fondazione AIRC su c/c IT 54Y05034 11711 000000000923

GIANCARLO PERBELLINI, ristorante Casa Perbellini
Chef 2 stelle Michelin, insignito di numerosi riconoscimenti nazionali e internazionali, Giancarlo PerbelliniGiancarlo Perbellini è oggi riconosciuto tra i massimi rappresentanti della cucina di eccellenza in Italia e nel mondo. Presidente del Bocuse d’Or dal 2010 al 2016, dopo 40 anni di carriera, oggi è a capo di una galassia diversificata di otto locali tra Italia ed estero: il ristorante stellato Casa Perbellini, la pizzeria Du de Cope, la Locanda Quattro Cuochi, il ristorante di pesce Al Capitan della Cittadella, la tapasseriaTapasotto e la pasticceria X Dolce Locanda a Verona, La Locanda Perbellini Bistrot a Milano, e La Pergola by Perbellini a Manama, Bahrain.
MATTEO RIZZO, ristorante Il Desco
Matteo, classe 1984, è nelle cucine del Desco fin da ragazzo, poi il bisogno di conoscere matteo rizzoaltre realtà, confrontarsi con cucine e culture diverse, lo ha portato a Roma, Los Angeles, Londra e Las Vegas, dove cresce e impara ad adottare nuovi punti di vista. Matteo torna nel ristorante di famiglia, ad affiancare il padre Elia, con una nuova consapevolezza di sé e della sua visione di ristorazione, con una conquistata sicurezza che garantisce continuità a una storia della cucina italiana di 30 anni e che gli permette un passaggio generazionale pacato e rigoroso. Oggi alla guida de Il Desco, lo chef riflette nei suoi piatti esperienze, viaggi e passioni, ma allo stesso tempo riporta a galla un patrimonio di tradizioni culinarie del territorio che fanno da linee guida alla sua cucina.
MAURO BUFFO, Ristorante 12 Apostoli
Veronese d’origine, ritorna in patria dopo una vita professionale trascorsa per gran parte mauro buffoaltrove. Nel suo curriculum, oltre alle stelle Michelin, una serie di maestri illustri, da Gualtiero Marchesi a Massimiliano Alajmo, per poi arrivare in Spagna sotto la guida di Ferran Adriá a El Bulli, fino a New York al BouleyRestaurant e successivamente al ristorante Falai. Poi il ritorno alle origini. “Mi piace essere tornato in Italia: si mangia bene, ci stiamo togliendo dai vestiti quella polvere anni '60 che fino a qualche tempo fa era ancora depositata sulla nostra cucina. È il nostro momento d'oro, dopo gli spagnoli, i nordeuropei e proprio quando, secondo me, si stanno risvegliando anche i francesi. Sono molto soddisfatto”. Oggi Mauro, ai 12 Apostoli, combina vari aspetti della ristorazione: gusti, consistenze, colori, design, culture.
SERGIO SPECA,Due Torri Hotel Verona
Classe ’79, di Villa Rosa di Martinsicuro, Speca ha maturato una lunga formazione fin da sergio specagiovanissimo, prima con il diploma all’IPSSAR di San Benedetto del Tronto e il diploma Eurochef in una scuola danese, quindi lavorando in vari ristoranti di località turistiche montane, di mare e sul lago di Garda. In particolare, da menzionare l’esperienza presso il ristorante San Domenico di Imola, due stelle Michelin. Stabilitosi a Verona, grazie a numerose collaborazioni - è stato nel team che recentemente ha guidato la rinascita del ristorante 12 Apostoli di Verona, culminata con la stella Michelin - ha raffinato la tecnica e coltivato ciò che non è solo un lavoro, ma una passione totalizzante.
Riccardo Rossi
Comincia la sua carriera di attore con il film College (1984). Lavora tra cinema, pubblicità e televisione con i registi Dino Risi, Giuseppe Tornatore, Alessandro D’Alatri. Nel 2002, riccardo rossidebutta a teatro come autore e attore realizzando 9 spettacoli di cui l’ultimo “W le donne”. In televisione ha condotto Assolo, la carrellata di comici in onda su La7, e i collegamenti di Quelli del calcio. Ha collaborato come autore di Rosario Fiorello ed è stato ospite fisso del Fiorelloshow. Dal 2011 a oggi è andato in onda in tv con “Cuochi & Fiamme” su La7d, “DOVE TV” con Conosco un posticino”.Dal 2017 ha ideato e condotto “I miei vinili” per Sky e RaiTre. È attualmente in onda su Rai Due con “Battute?”. Ha pubblicato tre libri: Pagine Rossi, (Mondadori), Alla mia età, (Baldini Castoldi Dalai) e Così Rossi che più Rossi non si può (Cairo).
Fondazione AIRC
Dal 1982 ad oggi il Comitato Veneto – Trentino Alto Adige conta oltre 92 mila soci e donatori. Presieduto da Antonio Maria Cartolari, ogni anno promuove appuntamenti di sensibilizzazione e raccolta fondi che si affiancano alle campagne nazionali e a una proposta educativa per le scuole con l’obiettivo di avvicinare i giovani alla cultura della salute e del benessere e al mondo della ricerca sul cancro. Grazie all’impegno del Comitato, dei volontari e dei sostenitori, nel solo 2019 per il Veneto e Trentino Alto Adige sono stati deliberati oltre 6.280.000 euro per il sostegno a 48 progetti di ricerca e 7 borse di studio.
Gruppo DuetorrihotelsSpa
Dal 2010, il gruppo Duetorrihotels lavora per offrire un’esperienza di vacanza e accoglienza all’insegna dell’alta qualità dei servizi, in location di assoluto prestigio storico e turistico, affermandosi nell’eccellenza dell'hôtellerie italiana. Made in Italy, vocazione internazionale e massima attenzione alle esigenze di ogni ospite, sono le caratteristiche del Gruppo: quattro Luxury Hotels in quattro storiche città italiane (Bologna con il Grand Hotel Majestic “già Baglioni”,Firenze con il Bernini Palace, Genova con il Bristol Palace e Verona con il Due Torri Hotel) – e due Business Hotels a Milano (Hotel Santa Barbara e Hotel Alga).