Riceviamo e pubblichiamo
Il 5 stelle lusso torna a proporre uno dei “riti” più amati dai bolognesi, una “coccola” gourmet domenicale che attende gli ospiti: l’occasione per scoprire un menù appositamente ideato, spesso ispirato a un tema, nella cornice affrescata del ristorante I Carracci a Bologna. Con il Brunch di Halloween del 27 ottobre, dedicato ai sapori di stagione e alle ricette della tradizione, si inaugura una serie di appuntamenti che prosegue con il Brunch Mari del Nord (24 novembre) e il Brunch di Natale (l’8 e il 22 dicembre).

Carracci ICon le freddolose domeniche autunnali cresce la voglia di restare sotto le coperte, spostando il timer della sveglia sempre più in là. Ma il Grand Hotel Majestic “già Baglioni” a Bologna ha già pronto l’antidoto perfetto contro la pigrizia stagionale, il ritorno del Sunday Brunch, che per i bolognesi, tiratardi compresi, è diventato un rituale molto atteso.
Una serie di appuntamenti, sempre la domenica, dalle 12.00 alle 15.00, solleticano la curiosità e la golosità. Varcando l’ingresso del ristorante I Carracci, a due passi da Piazza Maggiore, ci si imbatte in novità e spunti originali: le proposte gastronomiche variano secondo il periodo dell’anno e il tema scelto. Tutto questo in una vera e propria sala con vista: i clienti si ritrovano “a tu per tu” con gli affreschi cinquecenteschi dei fratelli Carracci, restaurati dal Gruppo Duetorrihotels.
Carracci IISi comincia domani 27 ottobre, con il Brunch di Halloween. In menù compaiono i classici della festa, le Ossa dei morti, Fave dei morti, ricette appartenenti alla tradizione irlandese, come Barmbrack, il pane dolce di Halloween, o Colcannon, sformato di patate e verza proposto con cappone farcito al radicchio, e la Pumpkin pie. Numerosi i piatti che richiamano la tavolozza di colori e profumi autunnale, come la Zuppa di ceci e zucca, il Risotto di castagne e salamella, la Guancetta di mora romagnola brasata con verdurine e polenta. Per chi cerca una colazione più tradizionale, ci sono ricette salate – dalle uova alla Benedict, strapazzate con bacon, omelette, pani croccanti della casa, salumi e formaggi selezionati, mostarde e giardiniere, miniburger, focacce – e ricette dolci, con una scelta di dessert al cucchiaio, cornetti, centrifugati con frutta e verdura.
Il 24 novembre il menù del Brunch domenicale sposta il suo baricentro verso i Mari del Nord.
Chef MomettiL’Executive chef Cristian Mometti guida gli ospiti in un viaggio originale, dirigendo il timone verso Paesi che possiedono una profonda cultura alimentare ittica. La qualità assoluta si sposa con un altro criterio fondamentale, quello della stagionalità del pescato.
Infine, doppio appuntamento con il Brunch di Natale, l’8 dicembre – apertura simbolica della nuova stagione, desta dell’Immacolata Concezione, ma anche conclusione del ponte di Sant’Ambrogio per i milanesi – e il 22 dicembre, a ridosso delle Festività. L’occasione per brindare e scambiarsi gli auguri condividendo un rendez-vous goloso, con un menù che unirà le ricette tradizionali, che non possono mancare sulla tavola di Natale, a proposte creative.
Da ricordare inoltre che nelle domeniche dove non è previsto il Brunch, si rinnova sempre il pranzo della domenica con il suo tradizionale carrello dei bolliti.