Riceviamo e pubblichiamo
Halloween è ormai alle porte. Quest’anno per chi vuole festeggiare la notte più spaventosa dell’anno in casa con amici, realizzare un horror party perfetto non è mai stato così semplice.
Decorazioni, cibo, costumi, musica e alcune regole di buon vicinato: ecco tutti i suggerimenti di Casa.it per un Halloween da brivido.

Halloween moodFeste mostruose in castelli avvolti nel mistero, percorsi in case infestate, ghost tour a lume di candela nei cimiteri cittadini. Non c’è che l’imbarazzo della scelta per trascorrere la notte più spaventosa dell’anno, ormai alle porte. C’è però anche chi decide di optare per un “tranquillo” Halloween in casa con amici.
Decorazioni a tema, scary food, musica, costumi e qualche consiglio per non indispettire i vicini per un perfetto Halloween tra le mura domestiche.
Ma come realizzare un perfetto horror party per la notte del 31 ottobre? Dalle decorazioni al cibo, dalla musica ad alcune regole di buon vicinato, ecco tutti i suggerimenti di Casa.it – il sito e l’app di riferimento per chi cerca casa e per i professionisti del Real Estate.
1. Una casa da incubo
Se volete regalare ai vostri ospiti una serata davvero terrificante, scegliete con cura  il Tema IT_AndresGomeztema della festa e delle decorazioni. Quest’anno perché non ispirarsi al clown assassino più spaventoso di tutti i tempi? IT è tornato sul grande schermo e per ricreare l’atmosfera che si respira a Derry dove vive Pennywise, trasformate gli interni in un circo del terrore: tovaglie e tessuti a righe bianche e rosse per riprodurre il tendone, palloncini rossi volanti, piccole teste di clown per segnaposto, grotteschi pagliacci sparsi per casa pronti ad attaccare, mentre un bouquet di palloncini con macchie di sangue finto all’entrata si occuperà di accogliere gli invitati. E per un tocco da veri maestri dell’horror, dipingete di nero un vecchio specchio e incollate una foto spaventosa del clown che vi fissa, appendetelo in un corridoio buio e aspettate che qualcuno dei vostri ospiti ci s’imbatta… scapperà urlando per lo spavento!
2. Scary-food senza tempo
L’atmosfera mostruosa del vostro Halloween party dipenderà anche dal cibo che Halloween scary-foodpreparerete. Dalle siringhe di Bloody Mary da bere in una sola iniezione a sanguinolenti cervelli di panna cotta con salsa di melograno o frutti rossi. E se siete in cerca di un evergreen, con i biscotti alla zucca si va sempre sul sicuro. Come prepararli? Impastate 250gr di farina con 125gr di burro, 100gr di zucchero, 50gr di purea di zucca, un tuorlo, un pizzico di sale e uno di cannella e lasciate riposare la frolla in frigo per un’ora. Stendetela e con degli stampi a forma di zucca, teschio o fantasmino ricavate i biscotti. Infornate a 180°C e in 10-12 minuti potrete sfornare delle vere e proprie delizie.
3. Come mi (tra)vesto?
Costumi_Joker_credits_DanielLincolnCon i grandi classici è difficile sbagliare: scheletri, vampiri, morti viventi, stregoni e clown non possono mancare. Ma se vi state chiedendo qual è l’ultimo trend in tema di costumi per una notte da brividi, la risposta è senza dubbio Joker, con il suo inconfondibile completo scarlatto, gilet giallo, camicia verde e trucco pesante sul viso. Ad accogliere i vostri amici potrebbero essere proprio le grandi labbra rosso sangue e gli inquietanti occhi incorniciati di azzurro di uno dei più controversi villains della storia del fumetto americano, interpretato da uno straordinario Joaquin Phoenix nel film vincitore del Leone d’Oro a Venezia ora nelle sale.
4. No music, no party
Neanche la scelta della musica può essere lasciata al caso. Affidatevi a Bury A Friend di Billie Eilish, Monster di Lady Gaga o Demons di Imagine Dragons. Nella playlist non possono mancare Thriller di Michael Jackson o le colonne sonore dei film d’orrore che ci Buon vicinatohanno fatto sobbalzare sul divano, da Profondo Rosso a Lo Squalo, da L’Esorcista a Venerdì 13.
5. Divertimento sì, ma attenzione a…
Per non incappare in lamentele e richiami di qualche vicino insofferente, attenzione a rispettare la quiete altrui, specie se si vive in condominio. Una regola su tutte: occhio ai rumori. Anche se nel regolamento condominiale non dovessero esserci clausole con vincoli di orari oltre i quali i rumori non sono tollerati, nelle ore più tarde è consigliabile lo stop alla musica e ai toni di voce troppo alti. Per evitare problemi è comunque sempre meglio informare i vicini che si ha in programma una festa e, perché no, allargare l’invito anche a loro.