a cura della Redazione
Giovedì 17 ottobre presentazione letterario-gastronomica del libro di Patrice Avella, scritto con Gordiano Lupi, “Pasta e Cinema. Seguirà degustazione di pasta su indicazione dell’autore.

patrice avellaGiovedì17 ottobre 2019 alle ore 20,00 nei locali de Il Moscardo, via Volturno n. 20 , in Alessandria si terrà degustazione evento con Patrice Avella, autore insieme a Gordiano Lupi del libro “Pasta e Cinema”.
La presentazione è organizzata dall’associazione culturale Libera Mente – Laboratorio di idee il cui presidente, Fabrizio Priano, modererà l’incontro.
Le letture sarano a cura di Lia Tommi.
Alla presentazione è abbinata una degustazione di tre tipi di pasta secondo le indicazioni dell’Autore, acqua e vino. Euro 15,00 a persona (per informazioni e prenotazioni 3384602521).
Patrice Avella, autore eclettico, amante della cultura gastronomica, già ospite dell’associazione due anni  fa, ritorna con la presentazione di un libro dall’argomento image2molto gustoso. Una serata conviviale e divertente presso il Moscardo, per parlare dell’importanza della pasta anche  in campo cinematografico e  poter gustare alcuni dei piatti di pasta, di forma diverse e con diversi condimenti, descritti nel libro. Per terminare un simpatico test: dimmi che pasta mangi e ti dirò chi sei!.
Patrice Avella, francese di origine italiana, vive oggi in Maremma. Journalist-food  per la rivista di Parigi La VOCE   le magazine degli Italiani in Francia – Rubrica Gastronomia. Dal 2013 lavora con la radio francese France BLEU Trasmissione gastronomica con il test con gli ascoltatori: Dimmi che pasta mangi ti dirò chi sei!» Autore del romanzo PIAZZA FONTANA Edizioni Il Foglio – PrixEuropéen et Méditerranéen  de la Fondation Jean Monnet de l’Europe à Paris (2012). Il suo editore in Italia è IL FOGLIO LETTERARIO di Gordiano Lupi di Piombino, con il quale ha anche scritto “PASTA E CINEMA”.

PASTA E CINEMA 
"Maccarone, m'hai provocato e io ti distruggo adesso, maccarone! Io me te magno, ahmm!" Quante volte abbiamo sentito questa battuta, immortalata in tutta Italia da magliette e poster, con l'immagine di Alberto Sordi che si abbuffava di fettuccine nel mitico film "Un americano a Roma?" Impossibile dirlo. Eh sì, la pasta, lunga o corta, fresca o al sugo, persino in bianco, non è importante, è ormai entrata nella cultura nazionale diventando sinonimo di tradizione e italianità. Gli italiani nel mondo sono sempre stati conosciuti e definiti mangiamaccheroni. Pasta e Cinema! Non solo, possiamo dire che un piatto di pasta è entrato prima nella letteratura e poi nel cinema offrendo il tema per molti capolavori... E come dice il grande regista Fellini: La vita è una combinazione di magia e di pasta...! Nel libro PASTA E CINEMA esiste un test interattivo con il pubblico che mi dice quale forma di pasta ama mangiare e dico quale è il profilo psicologico della persona.