di Fabrizio Capra
Oggi per la rubrica RP Event abbiamo intervistato la titolare dell’agenzia RP Event, Roberta Pelizer.  Il periodo di transizione tra l’estate e l’autunno rappresenta per la RP Event una sorta di spartiacque tra attività passata e progetti per il futuro.
foto Sergio Di
foto Sergio Di

Roberta, possiamo tracciare brevemente una analisi sull’attività svolta tra autunno 2018 ed estate 2019?
«Si tratta di un periodo che ci ha riservato due volti: grandi soddisfazioni ma, purtroppo, anche qualche delusione. Sfilate ed eventi sono sempre stati affrontati con grande impegno e professionalità portandoci consensi e commenti positivi, ma non tutti hanno collaborato positivamente. Positivi, invece, sono stati i nuovi contatti che ci hanno permesso di apportare linfa vitale e tanta voglia di fare. Cerchiamo di partire da quanto di positivo abbiamo creato, lasciandoci alle spalle gli aspetti negativi, sia di agenzia sia personali, che comunque tutti insieme siamo riusciti a superare».

foto calendario 1
foto Giuseppe Momentè

Ci parli del calendario 2020?
«Realizzare un calendario RP Event è da tempo un mio obiettivo e un mio sogno. Per vari motivi non sono mai riuscito a concretizzarlo. Quest’anno, invece, quando abbiamo iniziato a programmare le attività del 2019 ci siamo posti con forza il “Calendario”. È stato molto impegnativo, e lo sarà ancora per questo mese di settembre perché abbiamo ancora qualche scatto da fare, però i risultati fino ad ora ottenuti sono molto soddisfacenti. Sono certa che il calendario che presenteremo sarà una sorpresa. Non vedo l’ora che, finalmente, il calendario sia stampato, presentato ufficialmente e distribuito. Ma non chiedermi di svelare qualcosa perché ci tengo che sia una sorpresa per tutti».

foto gruppo sfilata Petra
foto Giuseppe Momentè

Cosa prevede il futuro per la RP Event?
«Innanzitutto un ampliamento su tutti i fronti. Un incremento delle persone che graviteranno, in tutti i ruoli, nell’ambito dell’agenzia per poter sviluppare nuovi progetti e poter affrontare con serenità tutto ciò che avvieremo con l’obiettivo di raccogliere i risultati auspicati. Un ampliamento dell’area in cui svolgeremo le nostre attività: non rinneghiamo di certo il nostro territorio ma estenderci anche al di fuori della provincia di Alessandria è un obiettivo perseguibile e raggiungibile. Un incremento delle attività che saranno proposte a clienti e partner: ci saranno sicuramente le sfilate ma non solo quelle, la RP diventerà a breve un’agenzia che opera a 360 gradi, un vero e proprio brand. Il marchio RP deve diventare sempre più un marchio riconosciuto e riconoscibile».

foto Sergio Di per RP Event
model Roberta – fotografo Sergio Di – art director Fabrizio Capra – shooting by RP Event

Partendo dall’incremento delle attività riusciamo ad approfondire?
«Sicuramente proporremo nuovi servizi per completare quanto abbiamo fatto fino a ora. RP Event si occupa di organizzare e gestire gli eventi e per questa branca di attività credo che dobbiamo solo puntare a un ulteriore miglioramento di quanto già si fa. RP Fashion & Glamour News è una rivista che ci sta portando grandi soddisfazioni perché gestita in modo molto professionale ed è veicolo, pur viaggiando su binari paralleli a quelli dell’agenzia, per ottenere un’ottima visibilità. Tra questi ultimi mesi del 2019 e i primissimi del 2020 vorremmo puntare su uno strumento nuovo per il brand RP: la comunicazione e la promozione, un contenitore che metteremo a disposizione non solo dei nostri clienti storici ma di tutti coloro che hanno l’esigenza di voler diffondere e promuovere la propria immagine, un qualcosa in più del solito ufficio stampa. Infine divenire un punto di riferimento per modelle e modelli fornendo a loro una consulenza a tutto campo grazie all’esperienza maturata dallo staff RP Event».

IMG_2312-22-07-19-09-56
foto Sergio Di

Nell’articolo della scorsa settimana hai citato di un incontro che si realizzerà a breve con tutto lo staff RP Event. Ci puoi anticipare qualcosa?
«Semplicemente riteniamo che la necessità di incontrarci risponde all’esigenzia di una ulteriore crescita che scaturisca dal confronto tra le nostre idee e i nostri progetti e le aspettative di chi collabora e lavora con noi, perché solo in questo modo si riuscirà a tirare tutti, in modo consapevole, nella stessa direzione. Non sono in grado di anticipare i temi dell’incontro ma sono convinta che sarà un confronto aperto dove ognuno potrà esprimere liberamente il proprio parere affinché il gruppo ristretto ne possa trarre le necessarie considerazioni ponendosi nuovi obiettivi e traguardi. Credo che in RP Event ci sia spazio per tante persone tranne per chi agisce con l’intenzione di dividere questo fantastico gruppo che, senza dimenticare le gerarchie, è e rimane una grande famiglia».

a un passo dal cieloOra però ci anticipi già qualche evento?
«Sicuramente la presentazione del Calendario in un locale alessandrino tra fine settembre e i primi di ottobre e la partecipazione alla festa del Cristo, nel mese di ottobre, con una serie di eventi e una sfilata. Questi sono gli appuntamenti sicuri che andremo ad organizzare nelle prossime settimane. Prosegue l’impegno con quelli che ormai sono degli amici più che dei clienti, Sandro e Massimo della piscina-pizzeria-ristorante “A un passo dal cielo” e con gli eventi che verranno organizzati almeno fino a fine ottobre. A Novembre saremo presenti a un nuovo evento di kick boxing nel tortonese i cui termini verranno definiti nei prossimi giorni. Infine a breve avvieremo in tutta la provincia e in alcune provincie limitrofe dei casting per cercare aspiranti modelle e modelli compresi anche mini-modelle e mini-modelli. Non mancherà il tradizionale evento benefico di fine annata ma sul quale stiamo ancora lavorando».

foto Sergio Di
foto Sergio Di

In conclusione…
«… in conclusione vorrei ringraziare tutti quelli che fino a oggi hanno fatto si che il gruppo RP sia cresciuto diventando sempre più una splendida realtà. Non voglio fare nomi perché rischierei di dimenticare qualcuno o qualcuna e non sarebbe giusto: clienti, partner, amici, modelle e modelli, negozi e associazioni, cantanti e fotografi. Credo però che tra tutti due nomi mi sono permessi. Simone Camussi, proprietario e dj di Radio Vertigo One colonna portante per quanto riguarda gli aspetti musicali e quando, quelle poche volte, che non può essere con noi si sente la sua mancanza. Il secondo nome mi pare scontato ed è il tuo. Credo che non ci siano parole per testimoniare la fiducia che ho in te e sul fatto che all’interno della RP sei insostituibile».
Ringrazio, non commento ma chiudo affermando che non ci resta che attendere gli sviluppi.