Riceviamo e pubblichiamo
Brescia, almeno una volta nella vita. Dal ristorante in vigna per due alla strada di James Bond, una piccola guida di Visit Brescia  alle esperienze straordinarie tra Valle Camonica e Lago di GardaUn lungo elenco di proposte che vi proponiamo in più uscite. Oggi la seconda parte.

Nella zona tra la Valle Camonica e il Lago di Garda seguendo i consigli di Visit Brescia ci si rende conto dello straordinario – dal lusso papillare dei 13 ristoranti stellati alla notte bio nella yurta immersa nell’uliveto, fino alla speleoterapia in miniera – dietro l’angolo.

DORMIRE NEL FIENILE
Valvestino_Cima-Rest_Archivio-Provincia-di-Brescia-TurismoQuando è tempo di dormire, nonostante la stanchezza delle membra, la location può decisamente fare la differenza. Tra i laghi di Garda e d’Idro, quella dei fienili di Cima Rest – tutti dotati di riscaldamento autonomo – è in grado di regalare da sola un’esperienza conciliante sotto un tetto di paglia, unica soluzione di questo tipo in tutto l’arco alpino. Una settimana, un weekend o una notte regalano a chi sceglie di raggiungere Morfeo in un’ambientazione rispettosa della tradizione rurale austro-ungarica un momento di pieno contatto con la natura all’interno del Parco Alto Garda Bresciano, nel comune di Magasa, a 1200 metri di altitudine.

IN YURTA NELL’ULIVETO
Chi è attratto dall’idea di distendersi in un ambiente letteralmente immerso nella natura non può lasciarsi sfuggire l’opportunità offerta dal b&b Casa del Tempo Ritrovato, che casa del tempo ritrovatomette a disposizione dei propri ospiti un esclusivo Glamping in Yurta moderna, all’interno di un uliveto secolare con magnifica vista sul Lago di Garda. Solo per due adulti, la soluzione permette di svegliarsi col profumo degli ulivi secolari e di scivolare in una piscina di legno o cullarsi in una delle amache del grande giardino. Non prima, però, di aver gustato una ricca colazione biologica a buffet con pane e marmellate fatte in casa e olio locale, del quale Maria Paola Gabusi è esperta conoscitrice e illustratrice sofisticata. Dalla piccola frazione di Pulciano, sopra il paese di Toscolano Maderno, è poi possibile passeggiare fino al Lago di Garda o andare alla scoperta di bellissime città e borghi storici come Gaino, Toscolano, Maderno, Gargnano, Salò e Limone sul Garda, deviando verso il Giardino Heller, la Valle delle Cartiere o il Lago d’Idro.

NELLA STANZA DI CLARETTA
Villa Fiordaliso Gardone
Un altro tipo di fascino esercita su chi cerca un’esperienza da fare almeno una notte nella vita la camera storica di Claretta Petacci nel meraviglioso contesto neoclassico di Villa Fiordaliso a Gardone Riviera. La stanza – ancora arredata con i complementi d’epoca originali, tappezzeria di damasco, bagno in marmi gialli e boudoir per relax e lettura – è oggi considerata uno dei locali padronali della struttura ma, ai tempi della Repubblica di Salò, era un lussuoso ritiro segreto, dal quale la donna, attraversando il giardino, poteva comodamente raggiungere la Torre San Marco di Gardone. Dormire avvolti da una coperta di storia vale il prezzo di 500 euro a notte per due persone, compresa la prima colazione.

CENARE A BORDO LAGO
ristorante lido 84
Tra canfori e ulivi, oleandri e buganvillee, all’inizio della meravigliosa “Riviera dei Limoni”, il Lido 84 di Gardone Riviera è il regno di Riccardo, chef al quale la Guida Michelin ha assegnato una stella e la descrizione di uno degli astri più brillanti della gastronomia italiana nella propria categoria. Il ristorante offre la possibilità di cenare intorno a un tavolo a bordo lago, con possibilità di attracco, e di gustare quindi con ancora maggiore piacere piatti forti come rigatoni cacio e pepe cotti in vescica di maiale, anguilla alla brace candita in grasso d’anatra, torta di rose cotta al momento, zabaione e limoni del Garda.

IL RISTORANTE PIÙ PICCOLO DELLA FRANCIACORTA
bersi serlini
Essere in pochi – non più di due – e molto intimi è il presupposto fondamentale per prenotare un tavolo e una straordinaria esperienza enogastronomica nel Ristorante più piccolo della Franciacorta, casetta immersa tra i vigneti del Domaine Bersi Serlini, cantina con radici addirittura nel Medioevo. I famosi e rinomati vini dell’azienda sono preziosa fonte di ispirazione per lo Chef Andrea Mainardi, che crea autentici sogni del gusto, in un luogo incastonato come per magia nella Riserva Naturale delle Torbiere.

Per informazioni: Visit Brescia
Tel. 0303725403 – Email: info@bresciatourism.it – Sito web: www.visitbrescia.it

prima parte