Riceviamo e pubblichiamo
Il Premio Acqui Storia, giunto alla sua cinquantaduesima edizione, entra nel vivo con l’individuazione dei finalisti. L’elenco in ordine alfabetico di chi si “contenderà” questo ambito riconoscimento letterario.

30_Il pubblico dell Acqui StoriaLe Giurie del  Premio Acqui Storia hanno scelto i finalisti della 52ª edizione del Premio, nato nel 1968 per onorare il ricordo della “Divisione Acqui” e i caduti di Cefalonia nel settembre 1943.
Sedici gli autori finalisti selezionati tra libri particolarmente validi, appartenenti alla produzione storiografica nazionale ed internazionale: cinque nella sezione storico scientifica, cinque nella sezione storico divulgativa e  sei nella sezione romanzo storico.
La 52ª edizione del Premio Acqui Storia ha registrato una grande partecipazione: 161 sono i volumi che hanno concorso al Premio, che anno dopo anno si conferma una meta ambita da Autori ed Editori, sempre attenti al consueto appuntamento annuale.  L’eccezionalmente alto numero di volumi partecipanti è la dimostrazione della serietà, dell’autorevolezza e della popolarità non solo italiana, ma europea acquisita dal Premio Acqui Storia.

La Giuria della Sezione scientifica ha scelto i seguenti finalisti:
Alessandro BellinoIl Vaticano e Hitler. Santa Sede, Chiesa tedesca e nazismo (1922 – 1939), Edizioni Angelo Guerini e Associati
Eugenio Di RienzoCiano. Vita pubblica e privata del “genero di regime” nell’Italia del Ventennio nero, Salerno Editrice
Giuseppe PardiniProve tecniche di rivoluzione. L’attentato a Togliatti, luglio 1948, Luni Editrice
Gabriele RanzatoLa liberazione di Roma. Alleati e Resistenza, Gius. Laterza & Figli
27_Il Sindaco Lorenzo Lucchini e Ass. Alessandra Terzolo rendono omaggio a Camilla Salvago RaggiNicholas StargardtLa guerra tedesca. Una nazione sotto le armi, 1939 – 1945, Neri Pozza Editore

La Giuria della Sezione divulgativa ha indicato come maggiormente significativi i seguenti volumi:
Francesco BenignoTerrore e terrorismo. Saggio storico sulla violenza politica, Giulio Einaudi Editore
Marco CimminoBreve storia della Prima Guerra Mondiale. II. 1916 – 1918, Gaspari Editore
Mary S. LovellLe sorelle Mitford. Biografia di una famiglia straordinaria, Neri Pozza Editore
Gian Piero PirettoQuando c’era l’Urss. 70 anni di storia culturale sovietica, Raffaello Cortina Editore
28_I vincitori del Premio Acqui StoriaRoberto RiccardiDetective dell’arte. Dai Monuments Men ai Carabinieri della Cultura, Rizzoli

La Giuria della Sezione Romanzo Storico, istituita nel 2009, ha designato come finalisti:
Mattia Bernardo BagnoliRicorda il colore della notte, Piemme
Rossana Balduzzi GastiniGiuseppe Borsalino. L’uomo che conquistò il mondo con un cappello, Sperling & Kupfer
Gianluca BarberaMagellano, Castelvecchi
Benedetta CibrarioIl rumore del mondo, Mondadori Libri
Vincenzo SalfiDa contrari venti, Castelvecchi
Anna Chiara VenturiniQin Shi Huang Di. Imperatore per sempre, Minerva Edizioni

I finalisti delle tre sezioni sono stati elencati in ordine alfabetico.
Le foto si riferiscono alla premiazione dell’edizione dello scorso anno.

L’Acqui Storia è organizzato dal Comune di Acqui Terme con il contributo di Regione Piemonte, Gruppo Alegas, Istituto Nazionale Tributaristi, CTE Spa, BRC Automazione Industriale, Collino, Gruppo Benzi, della Fondazione Cassa di Risparmio di Torino e della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria che si conferma partner fondamentale dell’iniziativa.
È importante segnalare il prestigio che il Presidente della Repubblica ha voluto conferire alla manifestazione assegnando al Premio Acqui Storia, a partire dalla 42° edizione, una speciale medaglia presidenziale in fusione di bronzo, che riproduce la sua firma autografa, realizzata dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato.
Il Premio Acqui Storia, il più importante non solo in Italia ma in tutta Europa per i libri di argomento storico, ha anche ricevuto il patrocinio del Presidente del Consiglio, del Presidente del Senato, del Presidente della Camera dei Deputati  e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
A fine settembre verranno resi noti i vincitori delle tre sezioni dell’Acqui Storia, che prevede per ciascun autore un assegno di 6500 euro, unitamente al Premio Speciale alla Carriera, alla proclamazione dei “Testimoni del Tempo” e al riconoscimento “La Storia in TV”.
Negli ultimi anni hanno calcato il Teatro Ariston di Acqui per ritirare i premi registi come Carlo Verdone, Pupi Avati, Pier Francesco Pingitore, il Direttore di Rai Uno e Rai Sport Mauro Mazza, Valerio Massimo Manfredi, Roberto Giacobbo, Mario Cervi, Bruno Vespa, Vittorio Feltri, Giancarlo Mazzuca, Maria Gabriella di Savoia, l’Ambasciatore Maurizio Serra, Dario Fertilio, Ottavio Barié, Giampaolo Pansa, Franco Cardini, Mario Orfeo e tanti altri.