Riceviamo e pubblichiamo
Dal 14 al 16 giugno, il lungolago Regina Adelade a Garda, sull’omonimo Lago, il Benaco, si terrà la quattordicesima edizione del campionato italiano dei corpi dipinti, gara di bodypainting. Parteciperanno a questa edizione un centinaio di team, ognuno composto da due artisti e una modella.
foto Giovanni Perfetti
foto Giovanni Perfetti

Il comune di Garda ospita dal 14 al 16 giugno, lungolago Regina Adelaide, il campionato italiano dei corpi dipinti (Bodypainting). La rassegna, giunta alla quattordicesima edizione, mette a confronto artisti specializzati nella pittura del corpo secondo diverse tecniche. Un centinaio i team, ciascuno formato da due artisti e una modella, provenienti dalla Sicilia, dalla Sardegna, dal Lazio, dal Friuli, ma anche da paesi Europei (Spagna, Germania, Francia, Russia) e da Paesi extraeuropei. Tutti in gara per aggiudicarsi uno dei sette titoli in palio. Ogni serata avrà un tema da seguire, che venerdì 14 e sabato 15 sarà “Once upon a time“. Domenica 16 sarà “Divina“. S’inizia venerdì con modelle dipinte da colori fluorescenti e da creazioni di makeup, mentre sabato le categorie saranno Facepainting, Effetti Speciali e Team Aperta.

foto Andrea Melato
foto Andrea Melato

Domenica le due categorie più popolari. Prima i Lovers e poi si chiude in bellezza con quella più importante, Pennello e Spugna.
A giudicare le “opere” d’arte una giuria di tutto rispetto: i vignettisti e disegnatori Milo Manara e Giancarlo Zucconelli. I filosofi Edoardo Peretti e Carlo Chiurco. E un quartetto di campionesse italiane e mondiali: sempre presente sarà Francesca Cavicchio, mentre Gilberta Bianchin, Gloria Bordin e Marzia Bedeschi si alterneranno nelle tre giornate. Infine, per la categoria Creative Makeup la professionista Cristina Oliboni.
A condurre gli spettacoli ci saranno venerdì e domenica Elisabetta Del Medico, mentre sabato la conduzione sarà affidata al giornalista Stefano Marina. Gli orari saranno sempre serali, a partire dalle ore 20.
Ringrazio di cuore il sindaco Davide Bendinelli, e gli assessori Ivan Ferri  e Emanuele Bongiovanni per aver di nuovo voluto ospitare a Garda questo campionato nazionale – afferma Enrico Bianchini produttore dell’evento -. E un forte ringraziamento va anche all’Assessore alla Cultura della Regione Veneto, Cristiano Corazzari, per aver dimostrato un grande interesse alla più importante manifestazione in Italia di quest’arte.”

foto Christian Piovan
foto Christian Piovan

Grande attenzione sarà dedicata ai numerosi fotografi e operatori video, che avranno a disposizione set appositi per immortalare le modelle abbinate alle splendide bellezze naturali del lago di Garda.
Anche in questa edizione supereremo le cento iscrizioni”, precisa il responsabile Andrea Perìa, affiancato dal fotografo Davide Da Damos.
È molto importante dare spazio a questa sezione perché alla fine di queste giornate coloratissime rimangono solo le immagini, che grazie ad internet fanno il giro del mondo in pochissimi minuti”.
Per i fotografi del Campionato, ma anche per quelli che parteciperanno ai contest inseriti nel circuito, non mancherà il concorso fotografico nazionale “Colore sulla Pelle 2019“. Entro fine novembre andranno inviate le foto, e prima di Natale si conosceranno i vincitori delle tre sezioni.
Il Festival, come ogni anno, non sarà solo contest.

foto Elisabetta Casale
foto Elisabetta Casale

Ci saranno infatti varie azioni collaterali che arricchiranno il programma della kermesse”  fa presente Tiziana La Monica al suo secondo anno come coorganizzatrice. Sul palco demo artistiche di Marilena Censi e Matteo Arfanotti per la Superstar, la nota marca olandese produttrice di colori per il bodypainting, ma anche la finale del concorso musicale del Festival del Garda e l’esibizione di Oliver, una nuova promessa musicale scoperta dal Maestro Vince Tempera.
Nel corso delle giornate vi sarà l’assistenza culinaria del Ristorante Ai Cigni per artisti, modelle e modelli, e fotografi regolarmente iscritti, che saranno omaggiati con una bottiglia di vino offerta dalla Cantina Valdadige.

foto Roberto Ridoli
foto Roberto Ridoli

I grandi momenti di ritrovo artistico post Campionato, quando le ore si faranno piccole piccole, e l’adrenalina comincerà a svanire, saranno invece al Ristorante Pizzeria Pegaso, aperto fino alle 2 di notte. E non mancherà la consueta esibizione di alcune modelle dipinte nelle ore ancora più piccole alla discoteca Hollywood.
Oltre al patrocinio del Comune di Garda e della Regione Veneto, l’Italian Bodypainting Festival si pregia inoltre del sostegno di importanti aziende come SERIT, il Parco Termale del Garda, Immobilinea, Gardainterni, Foto Ottica Risari, Elettrotermica Dall’Ora, Pircher sas.
www.italianbodypaintingfestival.it