a cura della Redazione
Oggi per la rubrica “Benessere al Naturale” andiamo a scoprire le proprietà dello Yogurt, un alimento a tutti gli effetti, nutriente quanto il latte ma più digeribile.

yogurtLa sua scoperta risale a circa 6000 anni fa in Asia quando qualcuno, probabilmente, dimenticò il latte al caldo però, anziché gettarlo provò ad assaggiarlo e lo trovò un po’ acido, non faceva venire il mal di pancia e se si aggiungevano frutti di bosco, mandorle tritate, miele diventava ancora più buono.
Sono supposizioni suffragate anche da scoperte archeologiche e, così, oggi abbiamo lo yogurt.
Lo yogurt alimento vero e proprio, nutriente ma più digeribile.
Scopriamo, allora, le sue proprietà disintossicanti.
Adatto per chi:
ha bisogno di calcio per le ossa ma non digerisce il latte;
segue un cura medica pesante;
è in gravidanza;
ha carenza di vitamine o minerali;
ha problemi intestinali;
vuole “ripulire” il sangue;
vuole proteggere il fegato;
vuole solo disintossicare o rinforzare l’organismo e aiutarlo a difendersi.
Quando consumarlo?
Al mattino, dopo un bicchiere d’acqua tiepida e limone, da assumere come colazione.
A metà mattina per dare risposta al classico “buco nello stomaco” e smorzare la fame.
A pranzo può essere utilizzato in numerosissime ricette.
A merenda per spezzare il pomeriggio e darsi la carica.
A cena protagonista con frutta fresca diventa un nutrimento vero e proprio.
Tipologie di yogurt ce ne sono tante, a ognuno il suo.

Come fare lo yogurt in casa.
yogurt fermenti latticiLo yogurt fatto in casa da garanzie di salubrità oltre a essere ecologico ed economico.
Si prepara con due ingredienti ed è facile da realizzare, è completamente naturale e si ottiene grazie alla moltiplicazione dei batteri  (Lactobacillus bulgaricus e Streptococcus thermophilus) a una certa temperatura. A questo punto saranno i batteri a fare tutto da soli e a dare il sapore acidulo.
Ecco la procedura per produrre otto vasetti di yogurt, ricordando di utilizzare solo ingredienti di qualità:
1 litro di latte
1 vasetto di yogurt naturale intero (assicurarsi che la scadenza si abbastanza lunga affinché i fermenti i fermenti siano più attivi) o in alternativa fermenti lattici in polvere (acquistabili in farmacia)
Latte in polvere (aggiunta facoltativa)
Alcuni consigli in merito agli ingredienti
yogurt 2Il latte è l’ingrediente principale ma deve essere di qualità per ottenere un risultato migliore. Tutti i tipi di latte vanno bene: di vacca, di capra, anche di soia. Sia intero sia parzialmente scremato, la consistenza del latte determina quella dello yogurt.
Se si va a usare il latte sarà più compatto, viceversa se si vuole uno yogurt più liquido è bene usare quello parzialmente scremato.
Il latte in polvere viene utilizzato per dare allo yogurt una consistenza più densa e cremosa. La dose è di quattro cucchiai nel caso di utilizzo di latte intero e di otto di quello parzialmente scremato.
Lo yogurt è il secondo ingrediente che serve ad apportare i fermenti lattici. Per la prima volta è necessario utilizzare uno yogurt confezionato, ma successivamente può essere utilizzato uno degli yogurt fatti in casa. Anche i fermenti lattici in polvere sono efficaci.