di Fabrizio Capra
Tipicità
Viaggio nelle Marche:  nel  “grembo” dell’eccellenza 
Venerdì 8 marzo 2019 – primo giorno

20190308_182229Essere accolti in hotel con professionalità, cortesia, disponibilità e un sorriso spontaneo è risultato un biglietto da visita che ha fatto partire nella giusta direzione questa quattro giorni marchigiana per questo tour che ci porterà a scoprire un angolo delle Marche.
Pertanto, e non me ne vogliano gli organizzatori, la prima citazione è tutta dedicata all’Hotel Horizon di Montegranaro.
La prima tappa del tour ci ha portati a scoprire un gioiello del territorio che ci ospita: Sant’Elpidio a Mare, paese abbarbicato su una dorsale del subappennino marchigiano.
Un paese dal fascino unico che già dalle parole di Rebecca, nostro angelo custode in questo tour, ti avvolge di una atmosfera dove il tempo pare che si sia fermato per attenderci e farci vivere angoli di storia.
20190308_185733Il primo incontro è in Comune, accolti nella sala del Consiglio, un gradito benvenuto che ci ha fatto immergere in una breve ma intensa visita.
La Basilica della Misericordia, un vero gioiello d’arte con i suoi due organi.
La Pinacoteca Civica “Vittore Crivelli” che conserva due imponenti polittici del pittore veneziano vissuto a cavallo tra il quattrocento e il cinquecento, nato nella Serenissima e morto a Fermo.
Quindi si è passati al Museo della Calzatura con le collezioni del Cav. Vincenzo Andolfi: in questa realtà sono conservate anche scarpe di personaggi famosi da Papi a cantanti, da politici ad attori, da calciatori ad altri sportivi. Uno spaccato della storia della calzatura.
Sia la Pinacoteca sia il Museo della Calzatura sono ospitati nell’ex convento dei Padri Oratoriani della Congregazione di San Filippo Neri.
20190308_174252Prima dell’incontro conviviale c’è stato il tempo per una passeggiata tra le suggestive vie del paese dove in ogni angolo si annida la storia: in particolare abbiamo potuto contemplare la Porta Canale, risalente al XIV secolo e ancora ben conservata, l’imponente Torre Gerosolimitana.
La cena si è tenuta alla “Locanda dei Matteri”. Tema “Da Minsk alla Marca: un viaggio a quattro mani, tra gusto, saggezza e necessità”.
Le quattro mani che sapientemente hanno creato il menù della serata sono quelle dello chef di casa, Barbara Settembrini e di Anton Kalenic del ristorante Mariott Minsk.
Abbiamo avuto modo di degustare in anteprima, accompagnati dai vini dell’Azienda Agricola Finocchi di Staffolo, quanto oggi i due chef proporranno nella giornata inaugurale di Tipicità, piatti di terra e di mare con l’utilizzo di materie prime particolari come la Roveja, un pisello selvatico, la Gallinella delicato pesce o il Piccione.
20190308_205911La serata conviviale ha visto la partecipazione di delegazioni provenienti da varie parti del mondo: Bielorussia, Georgia, Grecia, Francia, Stati Uniti, Russia e Ungheria.
I saluti, per nulla di circostanza, sono stati portati da ben due sindaci, il primo cittadino di Fermo, Paolo Calcinaro, e quello di Sant’Elpidio a Mare, Alessio Terrenzi, e dal direttore di Tipicità, Angelo Serri.
E di quanto è stato detto nel corso di questa prima giornata avremo modo di ritornarci nei prossimi giorni.