rubrica a cura di Fabrizio Capra

Mambolosco_cover singolo_BINGO_mMambolosco ha fatto “Bingo”, battuta scontata forse ma guardando il successo dei suoi due singoli precedenti “Guarda come flexo” e “Guarda come flexo 2” nessun titolo è più azzeccato di “Bingo” per la pubblicazione del suo nuovo inedito, già presente su tutte le piattaforme digitali https://virginitalia.lnk.to/bingo.
Il brano, un ringraziamento a tutti quelli che lo hanno supportato fino ad oggi e il racconto di come la sua vita sia cambiata grazie alla musica, apre un anno importante per Mambolosco che ha in cantiere per quest’anno altri brani e collaborazioni e il suo primo vero album.
Mambolosco ha iniziato la sua carriera postando video su YouTube (tra gli altri “Mama I didItAgain”, in collaborazione con Luscià e “Come se fosse normale” realizzato con Nashley), questo vicentino di padre americano e mamma italiana ha utilizzato questa sua unica imperfetta capacità di parlare sia l’italiano che l’inglese a suo vantaggio, costruendo un linguaggio musicale peculiare e distintivo (come nel singolo “Giovanotti”) che unisce la trap italiana alla wave americana.
Parte del collettivo Sugo Gang, tra gli altri brani pubblicati da Mambolosco troviamo “Cristiano Romambo parte 1” realizzato con Lama, e “Mille Giri” in collaborazione con LilLagio.
La notorietà arriva però con i singoli “Me lo sento” feat. Nashley e “Guarda come flexo”.
L’enorme successo delle canzoni ha consentito a Mambolosco di farsi conoscere nell’ambiente rap diventando uno dei “Next Big Thing” della scena trap, talento confermato anche da brani come “420”, “Piano piano Way” (oltre 7 milioniemezzo di stream su Spotifye un video con oltre 1.9 milioni di views e “Soldi e vestiti di marca”.
Grazie al suo talento e al suo unico modo di comunicare, Mambolosco ha trovato un posto all’interno della 777 Entertainment (l’etichetta della Dark Polo Gang, management di Mambolosco) e dopo “Guarda come flexo 2” (oltre 15 milioni di stream sulle varie piattaforme) si prepara ora a fare il grande salto.