rubrica a cura di Fabrizio Capra
The Beta Machine
photo Johnny Buzzerio dotcom

I Beta Machine, formati dal bassista, cantante e tastierista Matt McJunkins e dal batterista Jeff Friedl, insieme alla cantante Claire Acey e il chitarrista/tastierista Nicholas Perez, pubblicheranno il loro album di debutto, “Intruder il prossimo 29 marzo.
L’album è disponibile per il preordine in CD, digitale e vinile. Il primo singolo, “Embers“è disponibile per lo streaming e per il download immediato con ilpreorder dell’album. I Beta Machine saranno in tour per tutto il 2019 nel Nord America e in Europa.
TBM_CoverDi base a Los Angeles, McJunkins e Friedl dei Beta Machine sono ben noti per i loro ruoli nella sezione ritmica degli A Perfect Circle. I due sono sempre stati legati da un forte legame creativo, che andava oltre l’esperienza degli A Perfect Cirlce. Il duo fu presto invitato a unirsi ai Puscifer, guidati dal frontman dei Toole co-fondatore dell’APC Maynard James Keenan. Il loro legame artistico si estende ancora oltre: Friedl si è esibito con i Filtere iDevo, McJunkins con iThirty Seconds to Mars, e la coppia è apparsa insieme negliEagles of Death Metal.
Il duo è poi riuscito a dare un nome al sound innovativo ed energico che stava sviluppando: The Beta Machine. Con loro, la cantante Claire Acey (Nightmare of the Cat) e il chitarrista e tastierista Nicholas Perez.

The Beta Machine
photo Johnny Buzzerio dotcom

La band si è affermata con l’uscita del 2017 di un EP intitolato “AllThis Time”, con un sound familiare per i fan del progressive rock, ma senza i vincoli dei confini di genere.“Intruder” potrebbe essere visto dai fan come un’estensione di questo EP,che avanza però in un terreno fresco e imprevedibile.
Ci sono sfumature di goth e new-wave; dai Cure a Blondie, passando dai New Order e dai Depeche Mode. Ma queste rimangono, nel lavoro dei Beta Machine, delle suggestioni, supportate una solida esperienza creativa collettiva, che alimenta il songwriting, il lavoro in studio e le performance della band.