a cura della Redazione

immagine 021Mancano solo più undici giorni all’inaugurazione della BIT 2019, Borsa internazionale del turismo (fieramilanocity, 10-12 febbraio).
L’articolo di oggi ci porta in Liguria.
Di crescente rilievo il mondo MICE (meeting incentives conferences exhibitions) a Bit 2019. Ne parliamo con il Presidente di Meet in Liguria, Riccardo Esposto.
Cosa si aspetta dalla presenza a Bit 2019?
Dall’edizione 2019 il nostro Consorzio si aspetta che BIT confermi i passi in avanti sul mercato dei congressi e degli eventi in generale, dopo il soddisfacente cambio di passo dello scorso anno”.
Quale sarà il focus per Meet in Liguria?
La mission del Consorzio resta è la promozione dell’offerta MICE della Liguria; quindi il nostro investimento sarà totalmente dedicato a questo target. Soprattutto terremo ancora a sottolineare come la Liguria, da Genova alle Riviere, sia accessibile e accogliente e abbia di fatto superato, con gli interventi sulla viabilità e sulle strutture in via di completamento, le criticità create dal crollo di Ponte Morandi e della mareggiata che ha colpito il Golfo del Tigullio”.
lerici villa marigolaQuali sono gli obiettivi in merito al target consumer?
L’offerta congressuale variegata e complementare del territorio ligure ci permette di puntare a differenti segmenti del settore e quindi continueremo a rivolgerci alle diverse “anime” del settore MICE: dagli organizzatori professionali di eventi all’associazionismo, dalle imprese al settore medico-scientifico. Particolare cura sarà rivolta al mercato internazionale sia verso il mondo, complesso e articolato, delle associazioni internazionali sia verso la rete delle aziende industriali e del terziario”.
Quali sono le previsioni per la stagione?
L’impegno della parte pubblica con l’investimento in comunicazione turistica della Regione Liguria raddoppiato rispetto all’anno precedente e la collaborazione con i privati che costituiscono il Consorzio, nonché l’attenzione che molte amministrazioni locali stanno confermando al segmento MICE (penso a Genova ma anche ad altre realtà locali come Savona, Sestri Levante, Santa Margherita e molte altre) ci spingono a pensare ad un 2019 di sviluppo del settore in linea con le tendenze a livello nazionale”.