Riceviamo e pubblichiamo
Ancora un appuntamento che ci avvicina all’edizione 2019 della Borsa Internazionale del Turismo, la Bit. Oggi, dopo due articoli dedicati all’estero, parliamo di una realtà italiana, la Sardegna.

Sardegna - Bit 2018Grande attenzione ai siti archeologici, a tradizioni e sapori, senza dimenticare il mare bellissimo tutto l’anno, al centro della strategia della Sardegna con l’ampia presenza a Bit 2019.

Bit è un appuntamento centrale nel calendario delle manifestazioni fieristiche di settore – spiega  l’Assessore Regionale Barbara Argiolas –. Si svolge praticamente con la stagione ai blocchi di partenza e ci aiuta a capire quali saranno le nuove tendenze e soprattutto a programmare con un occhio già rivolto alla stagione successiva. La giornata di apertura al pubblico poi è sempre una grande festa, che ci aiuta a promuovere la destinazione Sardegna presso una platea generalista ma comunque attenta e curiosa”.

Sardegna - siti archeologiciLa Sardegna rimane una meta di vacanza che affascina, grazie soprattutto al mare che è il suo attrattore principale ed è ciò per cui è più conosciutaMa l’isola è una destinazione ideale in qualsiasi periodo dell’anno, grazie al suo patrimonio materiale e immateriale: “… siti archeologici unici nel Mediterraneo, tradizioni, sapori, l’ospitalità delle nostre comunità, il fascino spesso selvaggio delle zone interne – prosegue Argiolas —. In questi anni stiamo portando avanti un intenso lavoro con gli operatori, gli enti locali, gli aeroporti e i porti, un grande sforzo di promozione e comunicazione perché segmenti oggi ancillari nei confronti del balneare come turismo attivo, l’outdoor, quello enogastronomico, il congressuale, il turismo culturale, i borghi, i cammini religiosi e minerari diventino effettivi attrattori di vacanza. Nelle scorse settimane abbiamo battezzato la nascita della Rete escursionistica della Sardegna, che vuole mettere a valore le migliaia di km di sentieri che attraversano la Sardegna, i suoi boschi e le sue montagne”.

Sardegna - prodotti tipiciMa in questo scenario rivolto al target consumer, quali sono gli obiettivi in merito alla partecipazione a una manifestazione come Bit 2019?
“Gli obiettivi sono quelli di consolidare e rafforzare i segnali positivi che abbiamo raccolto sui mesi primaverili e autunnali, soprattutto dai viaggiatori stranieri che sembrano più curiosi di conoscere la Sardegna più autentica e ormai hanno raggiunto, come percentuale gli italiani. Per questo abbiamo stretto un accordo di collaborazione con UnionCamere Sardegna e stiamo organizzando iniziative promozionali sui principali mercati come Germania, Francia, Spagna e su quelli in crescita come Russia, Israele, Uk”.

Sardegna - mareParlando di bilanci, l’Assessore conferma che, se è presto per avere una indicazione sul 2019, di sicuro un obiettivo è accompagnare la nascita di nuove stagionalità che favoriscano le presenze al di là della stagione estiva: “Il 2018 è stato un anno di crescita, ma anche di transizione perché ha visto il ritorno sul mercato di quelle destinazioni mediterranee che erano state penalizzate dal pericolo terrorismo. Ci stiamo comunque preparando al meglio sul 2019: la Sardegna non è solo mare, ma ha paesaggi, storia, cultura, natura che meritano di essere scoperti e apprezzati per dodici mesi all’anno”, conclude Barbara Argiolas.